Renzi loda il suo operato e annuncia prossimo taglio dell’Ires

Mentre la Camera esulta per il raggiungimento della maggioranza sull’emendamento all’articolo 2, che prevede la riforma del Senato, il Premier Matteo Renzi fa un nuovo bilancio del suo operato, e naturalmente sono tutti giudizi positivi.

Parlando sulle pagine di Repubblica, il Premier affronta tutti i temi caldi,  a partire dalle violente discussioni in Camera, che sono sfociate anche in gestacci: “Ogni gesto volgare in particolare verso le donne, va censurato senza se e senza ma”.

Ma a Renzi preme soprattutto la compattezza del suo gruppo parlamentare: “Voglio il Pd unito e lavoro per questo” anche se tra i dem c’è ancora chi “non ha elaborato il lutto della sconfitta”.

Sempre secondo Renzi “è giusto che ci sia spazio per le idee altrui, in particolar modo sui temi costituzionali. Dovremo invece trovare delle regole condivise sul voto di fiducia, ma sarà un tema che ci porremo in futuro, non adesso. Siamo quasi a metà della mia segreteria: tra breve chiunque potrà metterla in discussione e vincere il congresso”.

Difende poi l’ipotesi di abolizione della tassa sulla prima casa: “è un fatto di giustizia sociale in un Paese in cui il 75% dei possessori di prima casa è un lavoratore dipendente” e annuncia il taglio dell’Ires per il 2017 insieme a “qualche altra sorpresa positiva” per il 2016.

“Oggi la vera questione – sostiene il presidente del consiglio – è creare un clima di fiducia nel Paese. Solo questo può portare i risparmiatori italiani, che sono molto oculati e prudenti e non a caso sono i risparmiatori più forti del mondo, a mettere di nuovo in circolo i soldi”, chiosa soddisfatto.

Loading...
Potrebbero interessarti

Roma, Tronca indica sei subcommissari al Comune

Il neo Prefetto Francesco Paolo Tronca indica sei subcommissari al Comune di Roma.…

Genova, il delitto della moglie è meno grave se lei ha “illuso”

I numeri dei femminicidi continuano a crescere: decine di donne, ogni anno,…