Renzi minaccia le opposizioni sulla riforma della scuola

Le dichiarazioni di Matteo Renzi sembrano quasi un ultimatum lanciato ai suoi ma soprattutto all’opposizione: “sulla scuola deciderà il Parlamento. Se la riforma passa ci saranno oltre 100 mila assunzioni, se la riforma non passerà o non passerà in tempo,  ci saranno le assunzioni legittime e normali del turn over, che sono circa 20-22mila. In pratica si continua con il sistema di oggi”.

Con la riforma del governo “è il modello di scuola che cambia, cambia tutto il sistema con l’introduzione dell’organico funzionale  – ha sottolineato il premier – e quindi la possibilità di avere più professori. Se rimane il sistema di oggi” non si possono assumere i 100mila professori, perché “non si possono inserire” nel vecchio sistema: “cosa gli fai fare?”.

Dall’ala berlusconiana si è sollevato un certo malumore: il capogruppo di Forza Italia alla Camera Renato Brunetta ha definito la riforma della scuola “un imbroglio” che “mette insieme assunzioni più o meno clientelari” con “finte razionalizzazioni che nessuno vuole, spacciate per merito”.

“Renzi è alla disperata ricerca di un capro espiatorio per giustificare davanti all’opinione pubblica la decisione, tutta sua, di far saltare le assunzioni dei precari pur di portare a casa, a colpi di fiducia, l’intera riforma della scuola. Se ha coraggio vada dagli insegnanti che in queste ore sono scesi in piazza per protestare e lo vada a dire a loro che è colpa del Parlamento!”, la pronta risposta dei 5 Stelle.

Mentre in un comunicato unitario i segretari generali della Cgil, Susanna Camusso, della Cisl Annamaria Furlan, della Uil Carmelo Barbagallo, in un comunicato congiunto fanno sapere che “abbiamo chiesto che il Governo, dando seguito agli impegni assunti, ci convochi per aprire in tempi rapidissimi un confronto vero con le rappresentanze sociali, garantendo comunque subito le assunzioni tramite decreto”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Ondata di caldo sull’Italia, 40° a luglio

Nelle prossime giornata ci sarà molto caldo, sono i meteorologi a lanciare…

Immigrati proteste al centro accoglienza di Varcaturo

Proteste scoppiate al centro di accoglienza di Varcaturo, nella provincia di Napoli,…