Renzi, riforme per aiutare i bambini poveri
ROMA – TRASMISSIONE TELEVISIVA ‘PORTA A PORTA’ – OSPITE MATTEO RENZI

Neppure di sabato il premier Matteo Renzi si risparmia, e intervenendo dal palco di Unindustria a Treviso, ha fatto ancora una volta il punto della situazione dell’Italia in questo periodo, ed è tornato a ripetere i suoi obiettivi per il prossimo futuro.

Nella Legge di Stabilità che sarà approvata da Cdm giovedì, “giocheremo il jolly, perché la ripresa si consolidi e diventi più forte. Ne abbiamo bisogno non solo per un fatto economico, ma perché il mondo ha bisogno di avere l’Italia al centro”, spiega il premier che assicura anche: “Niente sarà tolto ai sindaci che saranno compensati fino all’ultimo centesimo”.

Renzi ha poi annunciato che “nel 2016 chi investirà in beni strumentali della propria azienda, potrà portare in ammortamento non il 100 per cento ma il 140 per cento”. La misura “varrà per un anno solo”.

Renzi ha inoltre annunciato che “per la prima volta il governo farà un intervento ad hoc per i bambini sotto la soglia di povertà”. In Italia, ha sottolineato, “ci sono un milione di bambini sotto il livello di povertà”. “Dobbiamo riprendere a sognare”, ha poi aggiunto. “Ora che stiamo facendo le riforme questo Paese ha bisogno di sogni belli: certamente i problemi vanno affrontati e risorti, ma l’Italia è stata fatta da grandi uomini che sognavano”.

Quindi l’invito agli industriali di “tornare a reinvestire nel proprio Paese”. Aggiunge: “I gufi fanno male anche a voi, dite loro di smettere” e ricorda che “siamo un Paese con 2000 miliardi di euro di debito, ma dove il risparmio privato è passato da 3500 miliardi a 3900. Direte: non vorrai tassarci pure quelli? No, tranquilli”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Gravissimo incidente sulla Brindisi-Bari: coinvolti un tir e tre auto

È successo in Puglia, e più precisamente sull’autostrada che collega Brindisi a…

Sciopero della scuola, contro il ddl di Renzi

Oggi martedì cinque maggio è stato indetto uno sciopero da parte di…