Renzi, su Marino nessuna congiura

Eleonora Gitto

Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, ha detto che su Ignazio Marino non c’è stata nessuna congiura.

Renzi ha dichiarato che “non c’è stato nessun mandante e nessuna congiura, e se una città non funziona, bisogna prenderne atto”.

Ha poi detto, proseguendo, che “una città funziona se il Sindaco riesce a far funzionare gli autobus, a sistemare le strade. O funziona o non funziona”.

Per adesso bisogna stoppare le chiacchiere e mettersi a discutere di cose concrete.

Una visione un po’ troppo semplificata delle cose. Come se Renzi non sapesse che per rimettere in moto una città come Roma non bastano certo una ventina di mesi.

Ci vogliono anni, con tutto quello che ne consegue. Roma non è Firenze, sono due cose completamente diverse.

Adesso vediamo cosa saprà fare il prefetto Tronca, nuovo commissario salito al Campidoglio, in attesa delle nuove elezioni che eleggeranno sindaco e consiglio.

Questo è diventato un Paese di commissari, di prefetti: la politica sta scomparendo.

Per adesso il Prefetto Tronca non ha cominciato col piede giusto: è corso subito al Verano per accogliere il Papa per la commemorazione dei morti.

Un gesto che non ci piace. Non ci sarebbe piaciuto nemmeno se lo avesse fatto Marino. Staremo a vedere.

Next Post

Aborto, interruzioni di gravidanza in calo del 5%

Aborto, in calo del 5% le interruzioni volontarie di gravidanza: il totale degli interventi per la prima volta ferma a un numero inferiore a 100 mila. E’ stata inviata dal Ministero della Salute al Parlamento la Relazione sull’attuazione della legge 194/1978. Nel rapporto nero su bianco sono annotati i dati […]
Aborto, interruzioni di gravidanza in calo del 5%