Riccione, 16 enne assume ecstasy e muore in discoteca

Un’altra tragedia nata da un’idea malata di divertimento e di “sballo”, che purtroppo vige sovrana tra giovani e giovanissimi, che per divertirsi pensano di aver bisogno di alcol e droga.

Un sedicenne, Lamberto Lucaccioni, della provincia di Perugia, è morto all’ospedale di Riccione dopo essersi sentito male nella discoteca Cocoricò: secondo le prime ricostruzioni, pare avesse assunto dell’mdma, dell’ecstasy in pratica.

Il ragazzo era in vacanza a Pinarella di Cervia (Ravenna) con altri due amici di 17 anni e alloggiava, con i genitori di uno di loro, in un appartamento per le ferie: per lui la serata in discoteca, in cerca dello “sballo”, è stata fatale.

I genitori sono arrivati in nottata a Riccione da Città di Castello. Al momento le indagini dei carabinieri si concentrano per capire dove i minorenni abbiano comprato droga e se in discoteca erano state servite loro bevande alcoliche.

“Discoteche e locali hanno il compito di vigilare su ciò che accade all’interno delle strutture, e di vietare l’ingresso e la vendita di droghe nelle aree di loro competenza – dice il presidente Carlo Rienzi – Se la morte del sedicenne è avvenuta a causa di ecstasy assunta all’interno della discoteca, ciò significa che i controlli da parte della struttura sono stati inidonei, e pertanto chiederemo la chiusura del Cocoricò”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Inps allarme per l’impatto Quota 100

Nelle scorse ore, con una presentazione in pompa magna, il ministro del…

Lucia Borsellino, dopo le dimissioni, la scorta

È stata assegnata la scorta a Lucia Borsellino, auto blindata e due…