Roberto Saviano rivive il 2015 in tv con Image

Basta il suo nome per fare il pieno di ascolti, e poco importa se oramai sembra quasi si plagi da solo: lungi dal dare giudizi di sorta, Roberto Saviano è tornato a parlare in televisione, per affrontare i temi che tanto gli sono cari da quando ha esordito col suo celeberrimo libro che gli ha fatto guadagnare fama ma anche una condanna a morte emessa dalla Camorra.

Imagine, il primo evento multipiattaforma targato Discovery Italia dedicato all’approfondimento e condotto appunto dal giornalista partenopeo, è stato visto da 8.300.000 di contatti sui canali free to air del gruppo, su Dplay, Deejay.it, Repubblica.it, Facebook e YouTube. In particolare in TV (Deejay Tv, Real Time, Dmax, Giallo e Focus), ha totalizzato un ascolto medio pari a 920.000 telespettatori con il 3,5% di share sul totale individui, posizionandosi come sesto programma più visto in prima serata.

“Con Imagine – dice Laura Carafoli, SVP Programming & Content Discovery Italia – abbiamo inaugurato un nuovo modo di raccontare la realtà, con un tempo e un ritmo adeguati all’approfondimento e in grado di creare partecipazione. Il pubblico, soprattutto quello più giovane, ci ha premiato. Una sfida resa possibile dall’incontro tra il talento di Roberto Saviano e lo spirito innovatore di Discovery che dimostra, inoltre, che gli italiani sono pronti a una fruizione multipiattaforma. Il nostro obiettivo, infatti, è quello di valorizzare i contenuti su tutti gli schermi possibili – tv, pc, tablet e smartphone –  rispondendo alle nuove esigenze del pubblico.”

“Sono contento di questo risultato inaspettato. Il punto è sempre questo: avere fiducia nelle persone che non accettano scorciatoie e vogliono ragionare. E una tv di narrazione pone al centro la parola e la condivisione di storie. Tutto cambia, tutto sembra correre veloce, ma resta la necessità di fermarsi e andare a fondo. Ringrazio chi mi ha seguito. Quando mi confronto con il pubblico lo trovo sempre migliore di come lo descrivono. Interessato e curioso”, è stato invece il commento di Saviano.

Next Post

Belen Rodriguez, offesa da Siffredi lo blocca su Twitter

Noi siamo onesti: ormai fa francamente ridere il fatto che pur di continuare a parlare di lei, ci si attacchi a qualsiasi sciocchezza pur di sbatterla in prima pagina. Se poi accanto al nome di Belen Rodriguez ci piazzi quello di Rocco Siffredi, non importa cosa si scriva dopo: il […]