Robot per fare l’amore: saranno prescritti dal medico
Robot per fare amore saranno prescritti dal medico

I robot per avere rapporti intimi saranno disponibili su prescrizione medica, ma potrebbero porre fine alla civiltà attuale.

I robot per i cuori solitari andranno a beneficio di molte persone, ma ad un costo terribile per la società, secondo l’opinione di un esperto.

La psicologa e terapeuta Marianne Brandon , parlando a un simposio sulla salute mentale negli Stati Uniti, ha affermato che un robot utile per i rapporti intimi potrebbe tranquillamente essere prescritto dal proprio medico a pazienti con problemi “disfunzionali”.

Nel suo discorso al Simposio sulla salute mentale della Società applicata di psicologia evolutiva, il Dr. Brandon ha predetto che la prossima generazione di robot, che arriverà nel prossimo decennio, sarà in grado di eseguire quasi ogni atto intimo durante un rapporto, che l’utente possa immaginare.

A differenza delle bambole attualmente in vendita, questi dispositivi di prossima generazione cammineranno, parleranno e avranno personalità programmabili per tutti i gusti.

Sottolinea, tuttavia, che come tanti altri prodotti di questo genere, saranno commercializzati principalmente per gli uomini ed è per questo motivo che il Congresso degli Stati Uniti dominato dagli uomini promuoverà prontamente la legislazione per consentire ai medici di prescrivere questi robot ai pazienti.

La decadenza dell’attuale civiltà partirà però proprio da questo concetto, se i partner robot sono “intimamente” perfetti, attraenti, sempre compiacenti, senza lamentarsi, sempre disponibili, le donne vere saranno considerate meno attraenti.

La qualità delle relazioni umane autentiche diminuirà, mentre gli uomini diventeranno meno motivati ​​a risolvere i problemi con le loro mogli e le loro fidanzate.

In casi estremi, alcuni uomini possono rinunciare del tutto alle donne, scegliendo di trascorrere le loro vite con un compagno che non invecchierà mai, non si rifiuterà mai condividere una loro fantasia, non avrà mai mal di testa.

Loading...
Potrebbero interessarti

Pubblicata online la prima mappa digitale degli oceani

La mappa più recente dei fondali marini risaliva agli anni 70, quindi…

Facebook, “#sfida accettata” fra ricordi e polemiche

“#sfida accettata“, il tormentone che gira su Facebook da qualche giorno, in…