Roma, anziano maltrattato e segregato per 4 anni

Il detto “fidarsi è bene, non fidarsi è meglio”, mai come in questo caso, sembra idoneo a raccontare la triste vicenda accaduto a un anziano di Roma, che si è fidato di una donna, che si è rivelata poi la sua carnefice, per oltre quattro anni.

Un anziano 77enne aveva dato ospitalità ad una donna di 41 anni, che però per quattro anni lo ha segregato in casa, umiliandolo, riducendolo alla fame e costringendolo nel letto dal quale non riusciva più neanche ad alzarsi: nelle scorse ore gli agenti della Squadra Mobile hanno arrestata l’aguzzina notificandole il divieto di dimora nel comune di Roma e quello di avvicinarsi all’anziano.

L’uomo, vedovo, aveva fornito ospitalità alla donna, accogliendola in casa propria, dopo che questa era stata cacciata da casa della madre, decidendo così di aiutarla, visto che disponeva di una camera libera: peccato che lei non solo lo aveva vessato da subito, ma aveva anche architettato un piano per appropriarsi della pensione e della casa dell’anziano.

Inizialmente, R.P. aveva tentato anche di far dichiarare l’anziano incapace di intendere e di volere, cercando di trovare dei medici che potessero attestare inesistenti disturbi psichiatrici ma, non riuscendo nel proprio intento, aveva iniziato a segregare l’anziano in casa, lasciandolo da solo per l’intera giornata, abbandonato nel suo letto.

Ora verso la donna è scattata la misura cautelare del divieto di dimora nel comune di Roma con divieto di accedervi senza l’autorizzazione del giudice procedente e del divieto di avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla persona offesa.

Next Post

Calcio, giovane portiere si accascia sul campo e muore a 20 anni

Una carriera promettente, ben avviata ad un’età in cui si ha tutta la vita davanti e ancora molto tempo per realizzare i propri sogni, ed in questo caso quello di diventare una stella del panorama calcistico, nazionale e magari anche internazionale. Ed invece Fabio Zuccheri, 20enne di Crauglio di San Vito […]