Roma, conducente di bus aggredito da un automobilista e dai suoi amici

Evidentemente non è più consentito neppure fare il proprio lavoro: un autista è stato aggredito e malmenato solamente per aver chiesto di spostare le auto che ostacolavano il passaggio del pullman di cui era alla guida.

La vicenda viene da Roma: nella zona della Rustica, Giovanni Ardovini stava guidando un bus della linea 447 quando ha chiesto a un automobilista, parcheggiato in doppia fila, di spostare la sua auto, che gli ostacolava le manovre.

Questi ha prima spostato la vettura ma poi con un pugno ha spaccato il finestrino del bus e ha colpito il conducente. Non solo: gli amici dell’aggressore sono arrivati a colpire e inveire contro l’autista mentre questi veniva soccorso da un’ambulanza.

«Sono sceso dalla macchina per farmi medicare e a quel punto mi hanno aggredito alle spalle un numero imprecisato di persone gonfiandomi di botte. Non mi sono reso conto di quanti fossero perché sono arrivati da dietro massacrandomi con calci e pugni. Sono finito in ospedale con tumefazioni al volto e un’infrazione alla spalla sinistra. Nelle prossime ore deciderò se sporgere denuncia», ha raccontato Ardovini ai microfoni di Tele Radio Stereo.

Una storia dinanzi a cui non si può restare che basiti.

Loading...
Potrebbero interessarti

Pd: targa e bollo per le bici, è polemica

La proposta del senatore Pd Marco Filippi, presentata il 25 novembre, sta…

Foibe: quando eravamo noi ad essere i diversi

Nel clima attuale di odio, intolleranza, esclusione sono la storia e la…