Roma, detenuto Tunisino evade durante una visita al Pertini

Non è la trama trita e ritrita per altro di un film, ma quanto accaduto nelle scorse ore a Roma, dove un detenuto si è evidentemente finto malato per evadere dal carcere.

Nello specifico, secondo le notizie diffuse dal sindacato Fns Cisl, un detenuto di 20 anni di origini tunisine avrebbe eluso i controlli nel corso di una visita medica nella giornata di ferragosto, intorno alle 17, allontanandosi dall’ospedale Sandro Pertini, nella capitale.

A quanto si apprende, l’uomo nel tentativo di scappare avrebbe anche dato vita nel reparto protetto dell’ospedale a una aggressione, anche se non ci sono ulteriori particolari. Subito è partita la caccia all’uomo e il tunisino ora è ricercato in tutta Roma.

Per il segretario generale aggiunto Cisl Fns Costantino Massimo, che ha reso noto i fatti, bisogna «necessariamente rivedere le procedure di invio all’esterno per cure di detenuti, ampliando ulteriormente i servizi sanitari all’interno degli istituti penitenziari oppure costruire opportune strutture esterne tipo reparti detentivi, già in uso nel Lazio presso l’ospedale di Belcolle (Viterbo) o lo stesso Pertini, dove sono ricoverati detenuti con determinate patologie, essendo la sanità gestita direttamente dalle Regioni, al fine di evitare episodi del genere».

Loading...
Potrebbero interessarti

Depressione, due milioni e mezzo di italiani ne soffrono

Depressione e ansia sono problemi molto comuni che hanno un impatto sulla…

Scienza e politica, un connubio che deve diventare più solido

Rifacendosi alla definizione più classica, il termine politica deriva dal greco pólis…