Roma, incendio nel campo nomadi La Barbuta sull’Appia Nuova

Di certo gli attacchi diretti di una certa classe politica non aiutano ad allentare la tensione, e non stupisce quindi che gli stessi cittadini reagiscono con violenza per sottolineare il proprio punto di vista e la loro volontà di cacciare la popolazione rom dalle proprio città.

Roma negli ultimi mesi combatte una guerra senza esclusione di colpi: da un lato una certa parte della popolazione che assuma i rom che occupano le periferie coi loro campi di tutti i mali della loro città, dall’altro gli stessi rom, che si sentono cittadini italiani a tutti gli effetti e rivendicano le dovute differenze da coloro che si macchiano di reati.

Fatto sta che nella mattinata di ieri, un vasto incendio è divampato nel campo nomadi La Barbuta sull’Appia Nuova a Roma: le squadre di vigili del fuoco hanno lavorato diverse ore per spegnere le fiamme di un incendio che è solo ‘ultimo, in ordine di tempo, di eventi simili, che avvengono sempre più frequentemente.

Le fiamme, divampate intorno alle 8, hanno interessato una superficie di circa mille metri quadrati. Il fumo ha creato disagi e rallentamenti anche all’aeroporto di Ciampino. Un sopralluogo è stato fatto dal prefetto Franco Gabrielli che forse in queste ore convocherà una riunione per affrontare la questione degli incendi di rifiuti all’interno dei campi.

Next Post

Dal 30 giugno l’Unità torna in edicola

Assente dalle edicole dal 1° agosto 2014, ma con una solida storia editoriale alle spalle, finalmente dal prossimo 30 giugno torna nelle edicole l’Unità. Il Consiglio di amministrazione, l’Ad. Stefanelli e il nuovo direttore Vladimiro Ilic Frulletti stanno ultimando la sistemazione societaria e redazionale che consentirà al giornale fondato da […]