Roma, turista statunitense muore soffocato da una caldaia in un B&b

Tragedia ieri pomeriggio in un Bed & Breakfast di Roma, che ha colpito due anziani in vacanza nella capitale. Un turista statunitense, 76 anni, è morto per asfissia da monossido di carbonio sprigionato da una caldaia. In gravi condizioni la moglie canadese 70enne. Nel tardo pomeriggio gli altri ospiti della struttura hanno sentito uno strano odore e hanno dato l’allarme. Sono stati allertati i vigili del fuoco ed è stata chiamata un’ambulanza.

Quando sono sopraggiunti i soccorsi per l’uomo non c’era più niente da fare ed i tentativi di rianimarlo sono stati inutili. La donna invece era in stato di incoscienza ma ancora viva. E’ stata immediatamente trasferita all’ospedale Policlinico Umberto I, ma le sue condizioni sono piuttosto gravi. La tragedia è stata causata dal malfunzionamento della caldaia che si trovava nella stanza della coppia, che ha sprigionato in tutto l’ambiente monossido di carbonio che si è rivelato letale.

Sono stati i vigili del fuoco, su disposizione del pubblico ministero di turno, ad aver accertato il malfunzionamento della caldaia all’interno della stanza. Il Bed & Breakfast, che si trova in Passeggiata di Ripetta vicino via del Corso e Piazza Augusto Imperatore, è stato posto sotto sequestro per accertare eventuali responsabilità. Sulla tragedia stanno indagando le forze di polizia.

Potrebbero interessarti

Il cane che commuove il web, scampato al terremoto

Sta facendo il giro del web l’incredibile salvataggio di un cane ritrovato…

Orban evoca lo spettro dei campi di concentramento

Lo spettro dei campi di concentramento è evocato dal Premier Orban in Ungheria,…