Rossi attacca Salvini a SkyTg24 razzismo etnico
MATTEO SALVINI

Questione immigrazione ormai all’ordine del giorno e tutti giorni, il quadro politico italiano e territoriale è davvero sotto pressione, ancor più in queste ore con i migranti che cercano di valicare la frontiera presso Ventimiglia e vengono respinti tornando in territorio italiano.

Ormai in Italia, nelle aule parlamentari come sui quotidiani e nelle tv, non si parla d’altro che della spinosa questione dell’immigrazione: spesso dimenticando che si sta parlando di milioni di essere umani che sfuggono alla fame e alla guerra, ci si divide in due fazioni, tra coloro che pensano che l’accoglienza sia un dovere costituzionale oltre che umanitario e coloro che vorrebbero usare la violenza, chiudere le frontiere e magari lasciare affondare, alla deriva i barconi.

Uno esempio lampante, delle due posizioni opposte e inconciliabili, lo si è visto con lo scontro in video tra il leader della Lega Matteo Salvini e il ri-eletto presidente della Toscana Enrico Rossi.

I due, in un’intervista di Sky Tg 24, hanno discusso animatamente sull’emergenza sanitaria, in particolare dell’epidemia di scabbia, che i migranti starebbero contribuendo a portare e diffondere nel nostro paese: “Lei fa il razzista etnico. Lei è un razzista etnico. Mi faccia il caso di una persona che è salita su un treno e ha preso la scabbia, lei racconta balle in tv anche riguardo alle malattie ed è una cosa grave. Io so di pidocchi che girano nelle scuole e non sono pidocchi di immigrati”, tuona Rossi.

“Razzista etnico sarà lei”, replica irritato Salvini e abbandona lo studio televisivo, ma lo scontro continua sui social, prima Facebook e poi Twitter.

“Il governatore della Toscana, il Piddino Rossi, ha detto che sono un razzista etnico. Io vorrei solo prendere il treno, senza rischiare di ammalarmi di scabbia, o di essere preso a colpi di ascia: chiedo troppo? Rossi sei un poveretto, pensa ai Toscani e non ai clandestini! Ruspa”, controbatte Salvini inarrestabile.

E ancora una volta tutti sembrano dimenticarsi che si parla di essere umani con diritti e soprattutto dignità.

2 comments
  1. Buongiorno Signora Sorrentino,
    ormai sono anni che ripetete sempre la stessa cantilena, tutti voi giornalisti: esseri umani che fuggono dalla fame e dalla guerra….per favore potete continuare la frase? Spiegateci da quali carestie e da quali guerre? A parte la guerra in Siria che coinvolge l’intero territorio siriano. Siamo stufi di sentire sempre lo stesso ritornello su qualsiasi articolo o incontro che si parla di clandestini.
    Grazie e buona giornata
    Cesare Rossetti

  2. Vedremo tra un 10 anni come saremo trattati noi italiani che oggi assistiamo al business che c’è dietro la questione dell’immigrazione e se anche per noi ci saranno i 35 euro giornalieri per dormire nelle stazioni o nelle case disabitate abusivamente occupate. Perché non vi fate un giro per la penisola e nelle periferie delle principali città per capire veramente in che degrado vivono queste povere persone (povere per modo di dire perché i soldi per pagare gli scafisti li hanno trovati). Penso e credo che nelle loro nazioni potrebbero vivere meglio che abbandonati per le strade delle città italiane.

Comments are closed.

Loading...
Potrebbero interessarti

Roma, 600 euro per un giro turistico in Vespa

I turisti da ogni parte del mondo conoscono Roma per averne letto…

Isis, chi è il lupo solitario di Milano

Anche se nell’ultimo periodo i media nazionali ne parlano molto meno, il…