Salvini conquista Roma ma non la Garbatella
salvini-conquista-roma-ma-non-la-garbatella

Matteo Salvini conquista Roma ma non la Garbatella. Il leader del Carroccio. Al Teatro Brancaccio di Roma l’attesa di Matteo Salvini è durata poco. C’erano ad attendere solo alcuni partiti i cui simboli sono, tre spighe gialle su sfondo blu: “Sovranità”, “Prima gli italiani” e “Noi con Salvini” cioè i simboli della nuova coalizione di destra nata nel centro-sud.

A Roma in particolare, ieri il leader del Carroccio, Matteo Salvini incontra i suoi alleati nel teatro che si trova al quartiere Esquilino. Matteo Salvini ha diretto il convegno ed ha parlato quasi per slogan come: “L’Unione Europea è un’associazione a delinquere”; “gli immigrati vanno soccorsi in mare ma nemmeno uno deve sbarcare sul suolo italiano”.  Poi si è rivolto duramente ad Alfano, Renzi e Fornero.

Il nuovo asse della coalizione si sta spostando sempre più a destra. Non ci sono però le bandiere di Casapound ma nasce una formazione nuova, Sovranità “Prima gli italiani”.

Una gran parte di Roma e del centro-sud è contro Salvini. La questura infatti ha consigliato al leader della Lega di stare lontano dal quartiere della Garbatella, quartiere popolare della Capitale. Qui il leader non è proprio persona gradita.

Anche l’inaugurazione della sede “Noi con Salvini” a Prati è stata rimandata, a causa degli atti di vandalismo che l’hanno colpita. Tensione anche nella visita in Puglia, a Foggia, dove si sono visti volare uova e pomodori.

Loading...
Potrebbero interessarti

Ignazio Marino, sarà la Procura ad indagare sulle sue spese pazze

Poteva mai esserci un attimo di pace per il sindaco di Roma,…

Meteo, Capodanno porta il gelo su tutto lo stivale

Come di consueto il nuovo anno porta nuovi sogni e nuovi buoni…