Salvini conquista Roma ma non la Garbatella
salvini-conquista-roma-ma-non-la-garbatella

Matteo Salvini conquista Roma ma non la Garbatella. Il leader del Carroccio. Al Teatro Brancaccio di Roma l’attesa di Matteo Salvini è durata poco. C’erano ad attendere solo alcuni partiti i cui simboli sono, tre spighe gialle su sfondo blu: “Sovranità”, “Prima gli italiani” e “Noi con Salvini” cioè i simboli della nuova coalizione di destra nata nel centro-sud.

A Roma in particolare, ieri il leader del Carroccio, Matteo Salvini incontra i suoi alleati nel teatro che si trova al quartiere Esquilino. Matteo Salvini ha diretto il convegno ed ha parlato quasi per slogan come: “L’Unione Europea è un’associazione a delinquere”; “gli immigrati vanno soccorsi in mare ma nemmeno uno deve sbarcare sul suolo italiano”.  Poi si è rivolto duramente ad Alfano, Renzi e Fornero.

Il nuovo asse della coalizione si sta spostando sempre più a destra. Non ci sono però le bandiere di Casapound ma nasce una formazione nuova, Sovranità “Prima gli italiani”.

Una gran parte di Roma e del centro-sud è contro Salvini. La questura infatti ha consigliato al leader della Lega di stare lontano dal quartiere della Garbatella, quartiere popolare della Capitale. Qui il leader non è proprio persona gradita.

Anche l’inaugurazione della sede “Noi con Salvini” a Prati è stata rimandata, a causa degli atti di vandalismo che l’hanno colpita. Tensione anche nella visita in Puglia, a Foggia, dove si sono visti volare uova e pomodori.

Loading...
Potrebbero interessarti

Rossi attacca Salvini a SkyTg24 razzismo etnico

Questione immigrazione ormai all’ordine del giorno e tutti giorni, il quadro politico…

Yara Gambirasio, in aula parlano i genitori

Una giornata importante questa nel processo a Massimo Bossetti, unico imputato per…