Salvini e Maroni, la giunta lombarda non è a rischio
Da sinistra, il segretario della Lega Nord Matteo Salvini, e il presidente della Lombardia Roberto Maroni, nella sede della Lega Nord a Milano dove hanno incontrato la stampa al termine del consiglio federale, 12 ottobre 2015. ANSA / MATTEO BAZZI

La politica si è subito scatenata alla notizia trapelata nelle scorse ore: Mario Mantovani, vice presidente della Giunta della Lombardia è in carcere a San Vittore a Milano con l’accusa di corruzione, concussione e turbativa d’asta, perché secondo gli inquirenti avrebbe truccato le gare sul trasporto dei dializzati. In cella anche il suo collaboratore, Giacomo Di Capua, e l’ingegnere del Provveditorato Opere pubbliche lombardo, Angelo Bianchi.

“Mi autosospendo dalla carica di vice presidente della Giunta Lombarda”, ha detto Mario Mantovani subito dopo la comunicazione del suo fermo, e le riazioni non sono tardate.

Matteo Salvini e Roberto Maroni sono convinti che “la giunta lombarda non è a rischio”.

Intervistato a “La telefonata” (Canale 5) il segretario federale della Lega ha ricorda come la Regione Lombardia nel 2014 abbia «curato un milione e mezzo di persone, e centinaia di migliaia di italiani di altre regioni, per un miliardo di euro», e che la giunta presieduta dal leghista Roberto Maroni non è a rischio solo «perché qualche giudice si è alzato male».

Il leader della Lega Nord ha invece detto al Corriere della Sera: “Non mi permetto di commentare l’indagine che riguarda Mantovani. E peraltro non ne so nulla, anche se lui mi pare una brava persona. In ogni caso, quella sembra un cosa diversa, che non riguarda l’aiuto alle ambulanze”.

“La giunta non è a rischio. Non risultano tangenti pagate per la Sanità in Lombardia”. Lo ha detto il presidente della Regione, Roberto Maroni. “Finiremo le verifiche degli atti entro oggi. La Sanità della Regione Lombardia non paga tangenti, è d’eccellenza – ha aggiunto Maroni -. Tutto quanto è stato scritto sui giornali è un attacco politico, ha ragione Salvini”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Lucca, cena in ospedale a base di “preservativo”

Le mense ospedaliere, un po’ come quelle scolastiche inutile negarlo, non sono…

Perugia, caso di femminicidio nel giorno contro violenza sulle donne

Ogni tre giorni in Italia una donna viene uccisa dal proprio partner…