Salvini scalza Berlusconi e si propone leader di un grande centro destra
MATTEO SALVINI

Dopo Matteo Renzi, che proponendosi come rottamatore, è riuscito ad arrivare al vertice del Governo, sembra che “rottamare” il passato sia la nuova parola d’ordine, per quanti orbitano nel mondo politico e cercano di attirare nuovo elettorato.

La pensa così anche il leader della Lega, Matteo Salvini, che in un certo senso sta cercando di rottamare Silvio Berlusconi e il suo partito, che invece nei giorni scorsi gli ha proposto una grande alleanza di centro destra, per spodestare il Pd.

Salvini ha partecipato alla manifestazione “Ricostruiamo il centrodestra” , che è stato ideata dal senatore di Forza Italia Francesco Aracri, e durante il suo intervento, si è proposto in prima persona per diventare il nuovo leader di un nuovo e compatto partito di destra.

“Berlusconi merita rispetto perché ha fatto tantissimo ma sono d’accordo con chi afferma che bisogna guardare avanti – ha dichiarato Salvini – Berlusconi non vuole le primarie? Io si”.

“Non si può essere romanisti la domenica e laziali il lunedì – ha proseguito – Mi dicono che devo essere più moderato, ma ho passato l’estate incontrando medici, avvocati, notai, liberi professionisti, imprenditori, partite Iva che sono i più incazzati sulla terra e sono i moderati che hanno la giacca e la cravatta. I tempi sono cambiati, sottolinea, i problemi del Nord non sono poi così lontani da quelli del Sud: che ci faccio dell’autonomia di Milano in un deserto?”.

“Il mio obiettivo sono gli elettori di Fi, non certo i suoi parlamentari se c’è qualche deputato o senatore che cerca di salvare la sua poltrona, auguri, non mi interessa questa gente”, ha concluso diretto.

Loading...
Potrebbero interessarti

Matteo Salvini a Carpi preannuncia la vittoria della Lega alle regionali

Come del resto dal primo istante della sua ascesa politica, Matteo Salvini…

Dal 30 giugno l’Unità torna in edicola

Assente dalle edicole dal 1° agosto 2014, ma con una solida storia…