Salvini, ultimatum per abbassare le tasse
Matteo Salvini a Carpi preannuncia la vittoria della Lega alle regionali

Dopo che le ultime elezioni europee hanno mostrato come la Lega ha continuato a guadagnare consensi, in tanti si aspettavano una fine della già improbabile unione di governo.

Ed invece sia Lega che 5Stelle hanno sottolineato la loro volontà congiunta di arrivare fino alla fine della legislatura, e di rispettare tutti i punti del contratto di governo.
Eppure si susseguono gli ultimatum che certo non fanno bene alla tenuta del governo, come quello appena lanciato da Matteo Salvini.

Per il ministro dell’interno urge una riforma fiscale e “se non me la dovessero far fare, io saluto e me ne vado”, dice al Corriere della Sera.

“Solo così si rianima l’economia, non è quello che vogliono i liberali? Basta gabbie sugli anni futuri, basta con lo strozzare la crescita possibile”, aggiunge.

Sulla sua scrivania c’è un rapporto con l’aquila in copertina: “Sono le politiche economiche di Donald Trump. Noi abbiamo bisogno di un approccio del genere”, aggiunge ancora.

E ancora: “Con il taglio delle tasse si rianima l’economia e i soldi ritornano”. E dunque, «taglieremo le tasse a lavoratori e famiglie a prescindere dal parere di qualche burocrate. Il futuro, dei nostri figli e dell’Italia, viene prima dei vincoli decisi chissà dove».

Poi parte al contrattacco: “Il fatto che io oggi sia qui, al lavoro, è la migliore risposta ai chiacchieroni come Alessandro Di Battista”.

Di Battista, infatti, è convinto che “Salvini provochi ogni giorno il Movimento 5 Stelle per far cadere il governo”. Ma, osserva il vicepremier, “lui va a spasso e noi stiamo sul pezzo. Adesso stiamo organizzando per luglio gli Stati generali dell’economia a cui inviteremo tutti: imprese, sindacati, associazioni. Noi questo facciamo: lavoriamo. Altri… Vabbè”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Offerte di lavoro: Poltronesofà assume, le posizioni aperte

Poltronesofà  si prepara ad assumere nuovo personale nei punti vendita sparsi in…

Istat, DEF: l’11,9% degli italiani è povero, quasi alla fame

Dopo l’audizione sul Documento di Economia e Finanza, DEF, l’Istat rende noto…