Sardegna, bimba di 8 anni dilaniata dall’elica di un motoscafo

Nelle stesse ore in cui un bambino perdeva la vita, precipitando da un ascensore nella fermata di Furio Camillo della metro A di Roma, un’altra piccola vita veniva spezzata, in un’altra tragedia avvenuta stavolta nel mare della Sardegna.

Una bambina di 8 anni è morta nel pomeriggio di ieri nelle acque antistanti Santa Margherita di Pula, sulla costa sud orientale della Sardegna, tranciata dalle eliche di una imbarcazione: l’incidente si è verificato intorno alle 17.30.

Una scena raccapricciante, quella che si è svolta dinanzi agli occhi dei genitori e dei parenti della piccola: sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Pula e le motovedette della Guardia Costiera, ma per la piccola non c’è stato nulla da fare.

Secondo quanto riportato dal sito dell’Unione Sarda: “Pare che la piccola stesse risalendo sull’imbarcazione da poppa insieme al papà dopo essersi tuffata e qualcuno, rimasto sullo yacht, ha acceso per errore il motore. A rendere ancora più incredibile la vicenda – aggiunge la stampa locale – pare che lo yacht si sia allontanato dal luogo della tragedia (non si sanno i motivi) e adesso viene ricercato da una motovedetta dei carabinieri. Non si sa chi lo stia guidando e perché sia scappato”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Matteo Renzi per la prima volta parla di rimpatrio

Il premier Matteo Renzi è tornato a parlare in Senato ed inutile…

Carne avariata sequestrata: nei guai macellai e titolari di un deposito

E’ stata sequestrata un quantitativo enorme di carne avariata: parliamo di ben…