Sardegna, bimba di 8 anni dilaniata dall’elica di un motoscafo

Nelle stesse ore in cui un bambino perdeva la vita, precipitando da un ascensore nella fermata di Furio Camillo della metro A di Roma, un’altra piccola vita veniva spezzata, in un’altra tragedia avvenuta stavolta nel mare della Sardegna.

Una bambina di 8 anni è morta nel pomeriggio di ieri nelle acque antistanti Santa Margherita di Pula, sulla costa sud orientale della Sardegna, tranciata dalle eliche di una imbarcazione: l’incidente si è verificato intorno alle 17.30.

Una scena raccapricciante, quella che si è svolta dinanzi agli occhi dei genitori e dei parenti della piccola: sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Pula e le motovedette della Guardia Costiera, ma per la piccola non c’è stato nulla da fare.

Secondo quanto riportato dal sito dell’Unione Sarda: “Pare che la piccola stesse risalendo sull’imbarcazione da poppa insieme al papà dopo essersi tuffata e qualcuno, rimasto sullo yacht, ha acceso per errore il motore. A rendere ancora più incredibile la vicenda – aggiunge la stampa locale – pare che lo yacht si sia allontanato dal luogo della tragedia (non si sanno i motivi) e adesso viene ricercato da una motovedetta dei carabinieri. Non si sa chi lo stia guidando e perché sia scappato”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Niente multa per chi guida con cellulare

Quanti sono gli automobilisti che sono soliti parlare al cellulare mentre guidano?…

Latina, nell’operazione antiusura arrestati anche tre agenti

Se quando ci si trova ricattati o finiti nelle maglie degli usurai,…