Sarno, bimba di 3 anni arrivata morta in ospedale

Gli inquirenti sono da subito al lavoro, interrogando e mettendo sotto torchio il padre e tutte le persone che potrebbero essere implicate nella vicenda, perché storia del genere non dovrebbero mai accadere e non si dovrebbe mai essere costretti a raccontarle.

Una bambina di origini romene, di soli 3 anni, è arrivata nella serata di mercoledì nel nosocomio di Sarno, in provincia di Salerno: inutile i tentativi dei medici, la bimba è arrivata in ospedale già morta.

E’ stato il padre a portare la piccola, che aveva addosso solo le mutandine, nella struttura sanitaria: secondo l’uomo potrebbe essere stata una congestione, un bagno fatto dopo cena a uccidere la figlia, ma secondo gli inquirenti ci sono molti elementi da chiarire.

L’uomo ha raccontato che tutti i giorni doveva andare a lavorare, a San Marzano sul Sarno, e l’affidava ai vicini: anche costoro sono stati prontamente ascoltati dagli inquirenti.

Per ora i militari hanno potuto constatare solo precarie condizioni igienico-sanitarie ma nulla che faccia presupporre violenze di qualche tipo. Occorrerà attendere i risultati dell’autopsia per capire quali siano state le cause della morte della piccola Lidia.

Next Post

Armi e pedopornografia, il mercato illecito di Deep web

Un’altra deplorevole vicenda da raccontare, perché se da un lato il web, con la sua libertà potenzialmente illimitata, permette a chiunque di accedere ad ogni sorta di informazione e contenuto, dall’altro offre terreno fertile anche a gente malata e perversa, per sfogare i più barbari e insani impulsi. L’operazione “Babylon” […]