Sciacca, tra gli arrestati per Mafia anche Antonello Nicosia
Sciacca tra gli arrestati per Mafia anche Antonello Nicosia

Negli anni abbiamo potuto purtroppo constatare come la Mafia sia sempre stata capace di arrivare ovunque, con infiltrati anche tra i poteri più forti dello stato.

E se credete che il fenomeno negli ultimi anni sia stato debellato, vi sbagliate di grosso, e lo dimostra l’ultima azione di polizia messa a segno in Sicilia.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, i boss più vicini al superlatitante Matteo Messina Denaro potevano contare su un insospettabile collaboratore parlamentare, esponente dei Radicali Italiani: Antonello Nicosia, 48 anni, originario di Sciacca (Agrigento), che è stato quindi arrestato dai finanzieri del Gico di Palermo e dai carabinieri del Ros.

Nicosia è accusato di associazione mafiosa: avrebbe sfruttato il suo ruolo di assistente parlamentare di una deputata nazionale per entrare in carcere, parlare con potenti mafiosi e portarne all’esterno le direttive, minacciare altri detenuti.

Assieme a lui sono finiti in carcere altre quattro persone: il boss di Sciacca, Accursio Dimino, pure lui indagato per mafia, e tre presunti favoreggiatori. Si tratta di Massimiliano Mandracchia, Luigi e Paolo Ciaccio.

Eletto lo scorso novembre nel Comitato Nazionale dal XVII Congresso di Radicali Italiani, Nicosia è assistente parlamentare giuridico-psicopedagogico alla Camera dei deputati, in particolare dell’ignara deputata Giuseppina Occhionero, eletta tra Leu e passata tra le fila di Italia Viva.

Loading...
Potrebbero interessarti

Renzi, il Pd ha un consenso maggiore di qualsiasi sinistra europea

Un Matteo Renzi convinto di sé e delle iniziative che il suo…

Scuola, sciopero 5 maggio contro il ddl di Renzi

Il mondo della scuola si fermerà martedì cinque maggio, lo sciopero interesserà…