Scuola rimanda indietro il pranzo del bambino e la madre va su tutte le furie

La mamma è andata su tutte le furie quando la scuola ha deciso di mandare indietro il pranzo fatto in casa preparato per il figlio con la motivazione di “alimentazione non sana“.

La mamma aveva passato tempo a preparare un pranzetto più salutare rispetto ai classici snack, ma la scuola del figlio ha deciso di rimandare tutto indietro perché alcuni alimenti “non erano permessi“.

Aveva preparato alcuni tipi di frutta, verdura e degli involtini di salame fatti in casa “sani“, che sono stati confezionati con verdure diverse.

Gli insegnanti però non sono stati “piacevolmente impressionati” dalle pietanze preparate dalla mamma, decidendo così di rimandare tutto indietro con una nota scritta che sottolineava:

Lavoriamo insieme per rendere più facile ai bambini fare scelte salutari! Ci sono ottimi alimenti preparati da lei, tuttavia i rotoli di salsiccia sono troppo grassi … (Si prega di fornire un valore nutritivo se sono fatti in casa)“.

Poi la nota proseguiva: “Il cibo non si adattava alle linee guida nutrizionali del nostro servizio: per alcune idee per il pranzo più salutare, chiedi a un educatore o vai al sito web di Good for Kids“.

La mamma, originaria dell’Australia, era furiosa e ha voluto condividere la sua storia sui social scrivendo:

Ho cucinato tutto con le mie mani …c’erano semplici rotoli di salsiccia ripieni di verdure e li ho mandati alla scuola materna di mio figlio, ma mi sono vista recapitare una nota di questo tipo“.

Poi la mamma prosegue: “Secondo me questi involtini sono abbastanza salutari per lui, invierò tutte le informazioni richiesta a scuola“.

Loading...
Potrebbero interessarti

Dislessia, al via la settimana Nazionale per imparare a riconoscerla

La dislessia è un disturbo dell’apprendimento che riconosce una base neurobiologica: si…

Colazione, farla abbondante aiuta anche a dimagrire

“Una colazione da Re, un pranzo da Principe, una cena da Povero”:…