Selena Gomez, il ritorno parte da Vogue America

Ha passato un periodo veramente difficile, come ha già raccontato a cuore aperto ai suoi fans, ma dopo un periodo di ripeso e soprattutto di terapie, è pronta a tornare più forte ed in forma che mai, e ha scelto di farlo ripartendo da Vogue, a cui ha concesso una lunga intervista ed una bellissima copertina.

La popstar, finalmente, sta vivendo un momento d’oro e le splendide foto che ha realizzato per la celebre rivista testimoniano a pieno questa sua rinascita, sul privato e nel lavoro.

La cantante di “It Ain’t Me”, in primis, ha rivelato a Vogue America che il social la stava “consumando, mi svegliavo e andavo a dormire con Instagram. Ero diventata dipendente e mi sentivo come se vedessi cose che non volevo vedere, che non mi dovevano interessare. Ecco perché ora sto un po’ nell’ombra”.

Attualmente quindi è la sua assistente a pubblicare le foto sul suo profilo.

Selena si racconta esplorando diversi lati della sua personalità, senza paura di entrare nel dettaglio dei suoi drammi personali, parlando anche del rapporto con i fan che l’hanno sostenuta dopo il periodo trascorso in riabilitazione lo scorso anno per curare depressione ed ansia come effetti collaterali del lupus.

“La gente mi ha sempre chiesto di essere autentica e quando finalmente è successo, è stata una grande liberazione. Io non sono diversa da come appaio in giro. Finisco per essere molto vulnerabile con i miei fan e qualche volta dicono che non dovrei, ma devo essere onesta con loro. Sento che questa è una grande parte del mio successo”, ha spiegato.

Per Selena, il nemico da combattere non era l’alcol e nemmeno le droghe ma un profondo senso di solitudine, di non avere nulla da offrire al suo pubblico: “I tour sono un luogo davvero solitario per me. La mia autostima è stato colpita. Ero depressa, ansiosa. Ho iniziato ad avere attacchi di panico proprio poco prima di salire sul palco, o subito dopo averlo abbandonato. Fondamentalmente sentivo di non essere abbastanza brava, non ero capace. Sentivo che non stavo dando nulla ai miei fan e che anche loro se ne erano accorti – cosa che, a mio avviso, era poi una visione completamente distorta. Ero così abituata ad esibirmi per i bambini. Ai concerti che ero solita fare, l’intera folla alzava i loro mignoli e faceva una solenne promessa, di non permettere a nessuno di farli sentire non abbastanza buoni e capaci. Improvvisamente avevo dei ragazzi che fumavano e bevevano ai miei concerti, persone tra i 20, 30 anni, li guardano negli occhi e non sapevo cosa dire. Non potevo dire, ‘Ora tutti quanti, alziamo i mignoli e diciamo che siamo bellissimi!’ Non funziona così e lo so perché ho a che fare con la stessa merd@ con cui hanno a che fare loro. Quello che volevo dire è che la vita è così stressante e avevo il desiderio di sfuggire proprio a tutto questo. Ma non era solo capire la mie cose, sentivo di non avere alcuna saggezza da condividere. E così probabilmente ho pensato che tutti là fuori stava pensando, questa è una perdita di tempo”.

Dopo tre mesi passati in rehab, dove è stata insieme ad altre ragazze a cui non importava nulla di chi lei fosse o non fosse, Selena Gomez è tornata più forte di prima, pronta ad affrontare il mondo e il successo con i suoi tempi e ritmi.

Loading...
Potrebbero interessarti

Riccardo Scamarcio e il mistero sulla sua vita sentimentale

Ormai è quasi un anno che non si riesce a far chiarezza…

Dan Aykroyd, malore e ricovero in ospedale

A riportare per primo la notizia, facendo preoccupare e non poco i…