Sempre più italiani si ritrovano a combattere contro l’orticaria

Il congresso Nazionale di Caserta ha riunito gli esperti della Società Italiana di Dermatologia Allergologica Professionale e Ambientale (SIDAPA) ed in questa sede si è parlata di una delle affezioni della pelle più fastidiose, che negli ultimi anni sta colpendo un numero sempre maggiore di italiani, che spesso non sanno fronteggiarla al meglio.

L’orticaria, l’arrossamento, il gonfiore e il prurito della pelle, può essere causata da strofinamento, caldo, freddo, pressione, vibrazione, ma anche dal sole: a soffrirne nel Bel Paese sono in 300mila per il 60% donne.

La malattia colpisce a ogni età, ma i più colpiti sono gli adolescenti e i giovani adulti (200 mila). Secondo gli esperti la qualità della vita dei soggetti interessati alla malattia ne risente e in presenza dei sintomi occorre rivolgersi al dermatologo quale specialista di riferimento.

“Le orticarie fisiche e quelle inducibili in genere – precisa Serena Lembo, ricercatrice di dermatologia all’Università Federico II di Napoli-  rappresentano una fetta importante dell’orticaria cronica. Lo sono, per esempio, l’orticaria dermografica, nella quale basta strofinare la pelle per indurre la comparsa di un pomfo lineare, rosso e pruriginoso, tanto da riuscire quasi a ‘scrivere’ sulla cute; fanno parte delle orticarie fisiche anche quelle da freddo, da caldo e l’orticaria da pressione, che si manifesta con lesioni profonde che compaiono qualche ora dopo che la pelle è stata sottoposta a pressione intensa per esempio perché’ si è portata una borsa pesante. Ci sono poi l’orticaria solare, l’angioedema da vibrazione, l’orticaria colinergica, quella da semplice contatto, l’orticaria ‘acquagenica’ in cui i sintomi compaiono dopo essersi lavati o essere venuti a contatto con l’acqua. Sono tutte forme causate dall’interazione tra cute e un agente fisico, oppure inducibili da uno stimolo specifico o dall’esercizio fisico, come nel caso dell’orticaria colinergica”.

La maggioranza delle orticarie fisiche, avvertono gli specialisti, ”si risolve da sola nel giro di pochi anni. I sintomi, finché sono presenti, vanno però curati in maniera adeguata rivolgendosi a un dermatologo per una corretta diagnosi”.

Loading...
Potrebbero interessarti

In forma con i lavori domestici

D’ora in poi le faccende domestiche risulteranno più “simpatiche” a chiunque voglia…

Grande notizia per Emma Bonino. La politica italiana ha sconfitto il cancro

Era il 12 Gennaio del 2015 quando, la politica italiana, ministro degli…