Senato approva in via definitiva il bonus Poletti sui rimborsi alle pensioni

Nelle scorse settimane la questione ha provocato un vero e proprio terremoto: dopo la sentenza della Consulta, che dichiarava incostituzionale il blocco degli adeguamenti sulle pensioni alte, attuato attraverso la Legge Fornero, le casse dello Stato hanno rischiato di essere prosciugate in un sol colpo.

Nelle scorse ore invece l’aula del Senato ha approvato in via definitiva, con 145 voti favorevoli e 97 contrari, il decreto legge sulle pensioni, tra le proteste dei sindacati dei pensionati che sono stati ricevuti ieri dal presidente di Palazzo Madama, Pietro Grasso.

Il decreto, emanato a maggio dal governo, è stato convertito in legge senza modifiche rispetto al testa già licenziato dalla Camera dei deputati. In virtu’ del provvedimento partirà, dal 1 agosto, un rimborso parziale delle pensioni intaccate dalla Norma Fornero su cui si era pronunciata la Corte Costituzionale il 30 aprile.

Il decreto, fermo restando la perequazione totale per gli assegni fino a tre volte il minimo previdenziale, stabilisce una tutele solo per le pensioni d’importo minore.

Oltre al rimborso parziale della perequazione perduta il decreto introduce altre novità procedurali. La prima riguarda il pagamento di tutte le pensioni il primo del mese, già operativa da giugno. La seconda sterilizza invece il tasso di capitalizzazione negativo dei montanti contributivi che era scattato per la prima volta l’anno scorso (-0,1927 per cento) per via dell’andamento a sua volta negativo del Pil, cui questo parametro è agganciato nella media quinquennale.

Loading...
Potrebbero interessarti

Elezioni Roma: quale sarà il candidato del centrodestra?

Quale sarà il candidato del centrodestra per le prossime elezioni a Roma?…

Vigilante spara a un ladro, condannato per tentato omicidio

Condannato per tentato omicidio dal Tribunale di Milano a quattro anni e otto…