Seravezza, trova a terra tanti soldi e li porta ai Carabinieri

Eleonora Gitto

Alessandro Menichini di Seravezza trova per terra tanti soldi e li porta ai Carabinieri.

Forse è capitato a più di una persona. Imbattersi in una certa somma di denaro che, apparentemente, è stata persa e non sapere se consegnarla alle autorità.

Anche perché la prima cosa che viene in mente è: “E se poi si presenta qualcuno che non è il legittimo possessore di quei soldi?”.

Bel dilemma, e bel problema da risolvere. Salvo che, ovviamente, quella persona che ha perso la somma di denaro non sia già andato alle autorità per denunciare lo smarrimento.

In quel caso sarebbe tutto più semplice. Ma la tentazione c’è, eccome.

In fin dei conti, se non ti ha visto nessuno, potresti anche tentare di essere in pace con la coscienza e far finta di nulla. Intaschi la somma e ti dilegui bel bello, come se nulla fosse.

Alessandro Menichini ha trovato quella somma, un vero e proprio gruzzolo di banconote da 100 euro, per terra, in Via Monte Altissimo, su quel tratto di strada che porta dal paese di Riomagno alla Misericordia di Seravezza.

Non si sa quanto abbia trovato esattamente Alessandro, ma si sa che la somma è decisamente consistente, equivalente a uno stipendio con i fiocchi.

Se si presenterà qualcuno dai Carabinieri per pretendere la restituzione di quello che ha perso, dovrà dichiarare, oltre ad altre cose, con quanta più precisione possibile la somma che ha perso.

Se nessuno lo farà, è molto probabile che quel mucchietto di soldi sia di provenienza illecita. Non accorgersi di perdere quei soldi non è pensabile nemmeno lontanamente.

Dice l’onesto Alessandro: “Non è stato semplice, e ammetto che ho sempre un po’ di amaro in bocca. Con quei soldi avremmo potuto tribolare un po’ meno per questo mese o pagarci le visite mediche a mio figlio. Una parte di me dice che sono stato un fesso”.

Prosegue Alessandro su Facebook: “Dico così ma in realtà non sarei neppure stato in grado di spenderli. Metti fossero stati di un anziano che aveva appena ritirato la pensione o comunque di qualcuno che ne ha bisogno. Fra l’altro questo non è neppure un periodo bellissimo, ma non ci sarei riuscito, non è nella mia indole fare certe cose, soprattutto se pensavo solo vagamente che potevano servire a qualcun altro in difficoltà”.

Bravo, Alessandro: hai fatto il tuo dovere di cittadino. In fondo questa dovrebbe essere la normalità.

Next Post

Roma, scontro al fulmicotone Raggi-Zingaretti per la monnezza

Scontro al fulmicotone Raggi–Zingaretti per la monnezza al Comune di Roma. Prima o poi qualcosa doveva succedere e, in effetti, è successo. La quantità di rifiuti non raccolti a Roma sta aumentando notevolmente e le lamentele dei cittadini per l’inefficienza del servizio di raccolta, ormai sono tante. E’ pressoché finita la luna […]
Roma, scontro al fulmicotone Raggi-Zingaretti per la monnezza