Shirataki, ecco gli spaghetti per non ingrassare

Iniziamo subito col dire che gli amanti della pasta, quella classica, quella cucinata secondo le classiche ricette mediterranee, storceranno il naso, ma è indubbio che questo alimento è un’ottima alternativa per chi ama gli spaghetti, non può esagerare con calorie e carboidrati e si “accontenta” di un’alternativa tutto sommato valida.

Amate la pasta ma siete a dieta? Niente paura, in vostro aiuto arrivano gli “shirataki”, un tipo di spaghetti ricavati dalla radice del konjac, pianta nativa della zona subtropicale temperata asiatica.

I tubercoli delle radici del Konjac sono costituiti di materiale fibroso il cui costituente è il glucosomannano: questi possono essere lavorati e “trafilati” ottenendone un prodotto che ha la forma e la consistenza della comune pasta di farina di frumento.

La pasta shirataki di konjak ha un basso apporto calorico ed un basso contenuto di carboidrati: perfetta quindi per chi vuole semplicemente ridurre l’assunzione di carboidrati seguendo una dieta ma anche per chi ha esigenze più specifiche come i diabetici.

In commercio questa tipologia di pasta viene venduta o umida, in vaschette contenenti acqua, che va semplicemente scolata, riscaldata e condita, oppure secca che invece va reidratata e poi saltata in padella col condimento che più aggrada.

Loading...
Potrebbero interessarti

Pizza, se ne consuma più in Usa che in Italia

Sono tanti i piatti tipici italiani famosi e consumati in tutto il…

Per essere magri basta mangiare pollo, verdure e semi

C’è chi pensa che sia tutta questione di genetica, chi crede che…