Sindrome da spogliatoio in aumento gli interventi al pene

Redazione

L’imbarazzo da spogliatoio, quella che oggi viene definita la “sindrome da spogliatoio” sembra colpire la maggior parte degli uomini che vanno dai 40 ai 60 anni.

Secondo le ultime statistiche infatti rivelano che proprio questa fascia d’età, sempre più spesso ricorre alla lipopenoscultura, in pratica un intervento che viene effettuato prelevando del grasso dalla parte addominale, particolarmente nella zona sovra pubica, per poi essere iniettata nell’organo maschile.

Questo tipo di intervento è utilizzato principalmente per aumentare il diametro dell’organo maschile, conseguentemente viene aumentata anche la lunghezza, visto che il grasso estratto dalla zona sovra pubica è quello che contribuisce al fattore estetico della diminuzione della lunghezza.

L’intervento non è assolutamente difficoltoso e anzi viene effettuato in circa un’ora e sotto anestesia locale, nel complesso il grasso viene normalmente assorbito mentre una parte riesce a ingrandire e allungare l’organo maschile.

Next Post

Cristina Del Basso, dal Grande Fratello a mamma single

Quando è uscita dal Grande Fratello sembrava dovesse conquistare il mondo dello spettacolo con una rapida scalata, con la sua voglia di sfondare e le sue forme prorompenti. Ma come accade spesso, quando alla base non c’è lo studio e la preparazione necessari, le telecamere lentamente si spengono, ed è […]