Sospetto caso di Ebola a Perugia. Uomo trasferito allo Spallanzani

Redazione

Un nuovo sospetto caso di ebola è tornato a far preoccupare gli italiani. Nello specifico un uomo di mezza età, proveniente dalla Sierra Leone, Stato dell’Africa Occidentale, sulla costa dell’oceano Atlantico, si è recato presso l’ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine, accusando uno stato febbrile persistente e cefalea. Non vi è ancora l’ufficialità della malattia ma i sintomi presentati dall’uomo e la sua provenienza dalla Sierra Leone, hanno messo in allerta i medici dell’ospedale che hanno così deciso di trasferire l’uomo all’ospedale Spallanzani di Roma.

Nel frattempo in una nota di palazzo Donini è stato dichiarato “La direzione salute della Regione Umbria in contatto con la direzione sanitaria dell’Ospedale Santa Maria della Misericodia di Perugia, ha appreso di un caso di sospetto di Ebola in un paziente ricoverato e che sara’ trasferito allo Spallanzani di Roma come da protocollo tra il ministero della sanità e la Regione siglato per fronteggiare l’ emergenza Ebola. Vista la provenienza del paziente, la direzione sanitaria ha ritenuto di attivare il percorso assistenziale previsto e già applicato in casi analoghi”.

La nota continua “La direzione dell’ospedale, in attesa dei risultati del laboratorio dello Spallanzani per accertare la presenza dell’infezione, ha allertato i medici della sanità pubblica dell’Asl di competenza per monitorare la situazione dei familiari entrati in contatto con il paziente”.

Next Post

Attenzione alle malattie sessualmente trasmissibili. A rischio donne e giovani

“Le malattie sessualmente trasmissibili rappresentano un problema ormai di rilevanza sociale vista la diffusione nella popolazione. La riduzione dell’attenzione sui possibili rischi di patologie di questo tipo, dovuta nel tempo al diluirsi dell’impatto mediatico dell’Aids grazie alle terapie che oggi consentono al paziente non più di sopravvivere, ma di vivere, […]