Squadra Antimafia 7, anticipazioni mercoledì 23 settembre

Stasera, martedì 23 settembre, andrà in onda l’attesissima terza puntata di Squadra Antimafia 7: una escalation di tensione e violenza sta tenendo milioni di telespettatori attaccati al teleschermo, facendo registrare un ottimo share alla rete del Biscione, che però la scorsa settimana ha dovuto fare i conti con la concorrenza di Grand Hotel.

Stasera invece ritroveremo Calcaterra ancora in condizioni critiche: l’uomo è stato operato al cervello, ma non è ancora fuori pericolo e i medici non sono certi che ce la faccia.

Così mentre lui combatte la sua battaglia personale, il controllo della Duomo rimane a Tempofosco (Giovanni Scifoni), che è impegnato a cercare di placare la guerra di mafia che impazza tra le famiglie Maglio e Corvo.

Tempofosco si ritrova poi nei guai solo per aver coinvolto Laura in un’operazione che ha avuto delle conseguenze tragiche, mentre Pietrangelo decide che è giunto il momento di lasciare la squadra per inseguire un proprio obiettivo.

Intanto la Pm Ferretti (Marta Zoffoli) è stata portata in una località protetta dopo un altro tentativo dei Maglio di arrivare alla chiave dell’archivio di Crisalide che lei nasconde: Tempofosco cerca di carpire la sua fiducia, ma suscita i sospetti  Lara Colombo ,il vice questore che mal si rassegna alla perdita del comando.

Infine troveremo Rosy Abate che riuscirà a captare alcuni indizi misteriosi riguardanti Leonardino: che il piccolo non sia realmente morto ma sia ancora in vita?

Next Post

Scandalo Volkswagen ora mondiale, per Die Welt Berlino sapeva

Volkswagen ha ammesso, con un comunicato ufficiale, che il software che truccava i risultati anti-smog è stato inserito nei primi modelli a partire dal 2009: ipotizzando che tutte le auto vendute in Usa fossero state truccate, al conto mancherebbero la metà degli 11 milioni confessati dalla casa automobilistica tedesca. Ma […]