Sta molto meglio Michi, il ragazzo caduto nelle acque del Naviglio

“Hanno già giocato la finale di Champions League?”. Sono state queste le prime parole espresse, appena tornato cosciente, dal giovanissimo Michi ovvero il ragazzo di quasi quindici anni che lo scorso mese circa si è gettato nelle acque del Naviglio a Castelletto di Cuggiono, una frazione del comune di Cuggiono, in provincia di Milano. L’incidente è avvenuto, nello specifico, intorno alle ore 17.00 del 24 aprile 2015 quando Michi insieme ad altri cinque amici ed in preda al caldo afoso di quelle giornate, ha deciso di buttarsi insieme ai giovani amici nelle acque del Naviglio ma purtroppo, quello che doveva essere un semplice bagno per divertirsi insieme agli amici si è trasformato per Michi e per gli amici in una vera e propria tragedia.

Il ragazzo è rimasto infatti incastrato con un piede ad uno dei pali presenti lungo il canale e disposto per fare da sponda ai barconi ed è rimasto immerso nelle fredde acque del Naviglio per 43 lunghissimi minuti, fino all’arrivo dei sommozzatori dei vigili del fuoco di Milano che, giunti sul posto, sono riusciti a tirare fuori il giovane e dopi alcune manovre di rianimazione sono riusciti a fare battere di nuovo il suo cuore che si era fermato.

Il giovane, trasportato al San Raffaele, è stato attaccato ad , un “super bypass” che drena il sangue, lo riscalda, lo ossigena e lo rimette in circolo chiamato nello specifico “Ecmo”. Il giovane adesso sta finalmente meglio e non vede l’ora di poter guardare, il prossimo 6 giugno, la Juventus nella finale di Champions League.

 

Loading...
Potrebbero interessarti

Bevande zuccherate, causerebbero 184.000 morti nel mondo

Secondo una recente ricerca realizzata da diversi atenei americani e dall’ Imperial…

Novità nella lotta contro le allergie alimentari

Novità e consigli contro le allergie alimentari Arachidi, Crostacei, Uova, Latte, la…