Stefano Accorsi pronto a debuttare con la nuova serie “1993”

Il debutto è fissato per la prima serata di stasera, 16 maggio, alle 21,15 su Sky Atlantic Hd e Sky Cinema 1, con la regia è di Giuseppe Gagliardi: torna Leonardo Notte (Stefano Accorsi) e con lui tutti i protagonisti di 1992, Veronica, Pietro, Luca e Bibi.

Si intitola 1993 la nuova stagione della serie ideata dallo stesso Accorsi e ispirata agli anni di Tangentopoli.

La data che apre 1993 non è caso: quella sera, all’uscita dall’hotel Raphael di Roma, Bettino Craxi fu bersagliato da una pioggia di monetine.

Il vecchio potere è caduto, ma prima che se ne instauri uno nuovo bisogna correre a occupare i posti che si sono liberati. E alla fine ci saranno vincitori e vinti. In questo clima, i protagonisti della serie combattono per guadagnarsi un posto nel 1993.

Il secondo capitolo della produzione originale Sky realizzata da Wildside racconta gli anni che hanno cambiato il Paese, attraverso gli occhi e le storie di protagonisti di fantasia, la cui vita si intreccia con il terremoto politico, civile e sociale che ha scosso l’Italia in quell’anno.

Leonardo Notte (Stefano Accorsi) sogna un’avventura politica al fianco di Berlusconi (Paolo Pierobon), che riscatti i suoi trascorsi. Ma per riuscirci dovrà superare i conflitti del suo animo scisso e le insidie di un passato che ritorna. Al suo fianco c’è Arianna (Laura Chiatti), una donna con cui Leo non dovrebbe stare e che, pure, ha cercato, voluto, ottenuto. Il leghista Pietro Bosco (Guido Caprino) ha visto deteriorarsi la sua storia d’amore.

Il poliziotto di Mani Pulite, Luca Pastore (Domenico Diele), invece, non cerca il potere, lo combatte.

Accanto a Luca, torna l’allora PM di Mani Pulite Antonio Di Pietro (Antonio Gerardi), che continua la sua battaglia per portare alla sbarra l’intero Sistema. Veronica Castello (Miriam Leone) ha ottenuto il successo che cercava in tv.

Dietro la macchina da presa c’è Giuseppe Gagliardi: “La macchina da presa cerca di catturarne le diverse anime senza giudicarli, mostrandoli nella luce e nell’ombra delle loro solitudini e delle loro contraddizioni. 1993 è il racconto di un’epoca, ma soprattutto il racconto delle vite di uomini e donne che, più o meno consapevolmente, cercano di sopravvivere a se stessi e alla Storia. Le loro vite, così come le vicende storiche che raccontiamo, sono sfaccettate e segnate dalle sfumature. La macchina da presa cerca di catturare le diverse anime dei protagonisti senza giudicarli, mostrandoli nella luce e nell’ombra delle loro solitudini e delle loro contraddizioni”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Elisa festeggia all’Arena vent’anni di successi

Bellissima e briosa come agli esordi, se non di più, Elisa festeggia…

Kim Basinger parla della scelta di avere avuto un solo figlio

“Ho avuto un solo figlio. Mi sarebbe piaciuto averne un altro, magari…