Svezia, trovato feto di 5-6 mesi nella bara del vescovo Peder Winstrup

Redazione

Ha dell’incredibile la vicenda che arriva da Lund, città svedese famosa per la sua università e proprio per tale motivo chiamata la città delle idee. Nello specifico la vicenda di cui parliamo fa riferimento alla “strana” scoperta del corpicino di un feto di circa 5-6 mesi posizionato ai piedi del corpo mummificato del vescovo svedese Peder Winstrup.

Morto nel lontano 1679, il corpo del vescovo 350 anni fa venne mummificato e nel corso di tutti questi anni più volte la sua bara era stata aperta ed erano state effettuate delle fotografie in bianco e nero che però non hanno mai evidenziato la presenza, nella bara, del feto. Tale presenza è stata scoperta grazie ad alcuni esami effettuati di recente da alcuni studiosi che, assieme alla salma hanno trovato anche questa “particolare scoperta”.

Gli studiosi adesso effettueranno sul feto diversi esami per capire quali siano le sue origini e tra gli esami in questione vi è anche quello del DNA in modo tale da capire se tra il vescovo e la piccola creatura vi era un legame oppure no. A prescindere però da quello che sarà il risultato dell’esame, il vescovo e il feto verranno sepolti ancora una volta insieme, per come sono stati trovati.

Next Post

Dal Politecnico di Torino immagini del sistema solare perfette

Torino 23 Giugno 2015: Un Progetto sviluppato dal Politecnico di Torino per il Lander Philae, il suo risveglio sulla cometa, dove è approdato, sarà utile anche per avere immagini suggestive del nostro sistema solare. Proprio a questo mira il progetto legato ad uno speciale algoritmo, studiato dal Politecnico di Torino, […]
Dal Politecnico di Torino immagini del sistema solare perfette