Terrorismo e Turismo, molti non si lasciano scoraggiare

Inutile girarci intorno: la minaccia rappresentata dall’Isis e dal terrorismo internazionale spaventa un po tutti, ed anche se è difficile ammettere di aver paura, in tanti si lasciano limitare nelle proprie scelte dal clima di terrore globale.

Se tutti gli stati hanno aumentato le misure di sicurezza e hanno tranquillizzato turisti e cittadini, non è semplice partire a cuor leggero in questo momento, anche se i primi dati parlano di un buon afflusso di turisti verso il nostro paese ed anche di tantissimi italiani che non si sono lasciato scoraggiare.

Secondo un recente sondaggio Confesercenti SWG sulle vacanze degli italiani, il 55% dei nostri concittadini dichiara che il tema sicurezza non avrà alcun effetto sulla pianificazione delle sue prossime vacanze. E se il 22% è comunque incerto se partire o meno, solo il 6% ha già annullato o sta valutando di annullare il viaggio previsto mentre il 7% ha risolto cambiando destinazione o mezzo di trasporto.

Il tema sicurezza pesa di più, come prevedibile, sul turismo legato al Giubileo: a fronte di un 12% che ha comunque intenzione di approfittare dell’evento per visitare Roma, il 17% dice che vorrebbe, ma che è frenato dalla preoccupazione.

E il ponte dell’8 dicembre? Gli italiani partono comunque. Lo farà il 19% degli italiani, cioè 8,4 milioni di persone che spenderanno all’incirca 288 euro a testa. Rinuncia al ponte solo l’8%  ma è soprattutto chi aveva previsto di fare un salto a Parigi. Rimane in Italia il 56%, il 14% va all’estero, il 20% aspetta l’offerta last minute.

Loading...
Potrebbero interessarti

Superbatteri, in Italia situazione grave per l’abuso di antibiotici

Da anni ormai sta diventando un vero e proprio allarme a livello…

Bonduelle, nei suoi spinaci nessuna traccia di mandragola

Nei giorni scorsi anche noi avevamo lanciato l’allarme: un’intera famiglia era rimasta…