Tff, a Paolo Sorrentino il premio Langhe-Roero e Monferrato

Nella sua grande bacheca di riconoscimenti nazionali ed internazionali, il regista Paolo Sorrentino può aggiungere un nuovo premio: è stato infatti consegnato a Paolo Sorrentino, «il regista più audace, innovativo e originale dei nostri giorni», dicono le motivazioni, il premio Langhe-Roero e Monferrato del Museo Nazionale del Cinema di Torino e del Torino Film Festival.

Un premio  che consiste in cento bottiglie di vino piemontese, quasi una provocazione per il regista che annuncia serafico: «È un premio per aspiranti registi alcolisti. Io sono un bevitore moderato, non ho vizi importanti, e poi non ho il physique du rôle».

Per il Tff 2017, Sorrentino sarenne onorato di fare il guest director. «Se qualcuno me lo chiederà (in realtà Paolo Damilano presidente del Museo del Cinema, gliel’ha già chiesto informalmente) compatibilmente con gli impegni del prossimo anno sarò ben lieto di farlo».

“Torino è una vera città del cinema – ha aggiunto – qui si gira benissimo come ho potuto verificare quando ci girai ‘Il Divo’ e anche quando feci il presidente di giuria al Tff. Ci vengo sempre molto volentieri e quando decido di girare un film considero sempre la possibilità di farlo a Torino, dove ci sono maestranze preparatissime e ottime opportunità per noi registi e credo anche produttori”.

Nel corso della serata Sorrentino ha anticipato una seconda stagione di “The Young Pope”, trasmessa con grande successo da Sky: «Sono uno degli individui più iperattivi del Paese… Stiamo scrivendo la seconda stagione della serie tv del Papa: quello è il mio progetto primario».

Da grande tifoso degli azzurri, poi, non ha escluso «un film con De Laurentis sul Napoli? Perché no? Magari se vincesse lo scudetto. De Laurentis è un produttore di successo non avrei nulla in contrario».

Loading...
Potrebbero interessarti

Il Segreto, anticipazioni venerdì 25 novembre

Dopo la straordinaria puntata andata in onda ieri sera, in cui abbiamo…

Alla ricerca di Dory pronta a conquistare il pubblico italiano

Lungi dall’essere un genere che piace solo ai più piccoli, il cinema…