Torri Gemelle, centinaia di vittime ancora senza nome

Redazione

Per la maggior parte di noi sembrerà strana, con le tecnologie moderne che scienza e medicina hanno a disposizione, accettare un dato del genere eppure è così: centinaia di persone che hanno perso la vita nella tragedia dell’11 settembre, quando le torri gemelle sono state colpite dagli aerei dirottati dai kamikaze, non sono state ancora identificate.

Le vittime, però, morte in modo così atroce quanto insensato, hanno diritto a riavere la loro identità, ed è per questo che il lavoro degli esperti non si è mai fermato.

Proprio nelle scorse ore, a quasi 20 anni dagli attacchi che hanno sconvolto l’America e il mondo, è stata identificata la vittima 1.643. È un uomo, il cui nome però non è stato ancora diffuso dalle autorità.

Si tratta della prima vittima identificata dal luglio 2018, quando le analisi – ben 12 esami del dna – portarono a riconoscere il 26enne Scott Michael Johnson.

L’identificazione di questi giorni è arrivata grazie alle tecniche più avanzate di analisi del dna. Malgrado però i progressi della scienza, negli ultimi anni ne sono state individuate solo 5.

Ricordiamo che sono ancora 1110 le vittime dell’11 settembre non ancora identificate, ovvero circa il 40% del totale.

Next Post

Barbara D'Urso: Ecco perchè Pamela Prati non si è presentata

Il forfait della Prati al Live di Barbara D’Urso ha fatto discutere. Non c’è stato però il tempo di inventare storie o congetture sul mancato intervento di Pamela Prati, perché è stata proprio Barbarella a spiegare cosa c’è dietro. Proprio durante la puntata Barbara D’Urso ci ha tenuto a spiegare […]
Barbara DUrso Ecco perche Pamela Prati non si e presentata