Tragedia Nepal sotto le macerie i sopravvissuti al sisma

Redazione

La tragedia in Nepal non ha limiti, la conta dei morti sale ed è destinata a salire ancora, il terremoto del 25 aprile scorso ha ridotto al collasso la popolazione locale.

Nella tragedia però, qualche piccolo barlume di gioia, come la storia di un ragazzo di Kathmandu, recuperato dalle macerie vivo, dopo cinque giorni incastrato proprio sotto le macerie della Guest House dove si trovava per il suo lavoro di collaboratore.

Non da meno le notizie riguardo il recupero di un neonato di appena quattro mesi, anch’egli recuperato dalle macerie di casa sua, evidentemente seppellito insieme ai genitori, sempre a Kathmandu ma precisamente nella zona di Bhaktapur.

C’è da dire che ci sono ancora moltissime zone dove purtroppo i soccorsi non sono ancora arrivati a distanza ormai di cinque giorni, le ultime notizie arrivano dal Neoc, il centro nazionale per le operazioni di emergenza.

La conta dei morti è arrivata ad oltre 5mila vittime, attualmente le cifre oscillano intorno ai 5.300 morti, mentre i feriti sono addirittura 8mila, ma come detto non ci sono ancora notizie riguardo alcuni villaggi e diverse zone del Paese, non ancora raggiunte dai soccorsi.

Intanto tragedia nella tragedia, le persone protestano, con un nutrito gruppo di 200 cittadini, per la lentezza nella distribuzione dei viveri di prima necessità, gli aiuti alla popolazione sembrano lenti, si è arrivati addirittura allo scontro con le forze dell’ordine.

Next Post

Samsung il Galaxy batte nuovamente l’iPhone

Ormai negli ultimi anni è una vera e propria guerra del mobile tra la Samsung e la Apple, le due aziende si contendono, anno dopo anno, il primato. Se prima la Apple sembrava inarrivabile, l’azienda coreana ha invece successivamente effettuato il sorpasso, nell’ultimo periodo però, l’azienda di Cupertino aveva ripreso […]
Samsung il Galaxy batte nuovamente iPhone