Tutta l’Italia ricorda Pasolini a 40 anni dalla sua morte

Di certo uno dei più eclettici, incompresi e tormentati autori italiani del secolo scorso, a quarant’anni dalla sua scomparsa, il cinema e il mondo della cultura italiana hanno deciso di rendergli omaggio, con tutta una serie di eventi e manifestazioni a lui intitolate.

Pier Paolo Pasolini viene ricordato a quarant’anni dalla scomparsa con iniziative che avranno Roma come palcoscenico, insieme al suo Friuli, a Bologna, a Firenze. Rai Cultura in prima linea, Rai Teche e Rai Cinema invece in tandem per il documentario di Maria Pia Ammirati, Arnaldo Colasanti e Paolo Marcellini «Pasolini. Il corpo e la voce», in anteprima al Maxxi per la Festa del Cinema.

Nel capoluogo dell’Emilia Romagna il Comune e la Fondazione Cineteca hanno promosso il progetto composto da sei mesi di eventi dal titolo “Più moderno di ogni moderno”; mentre nella cittadina friulana sono previste iniziative che culmineranno con il Concerto Omaggio a Pasolini, in programma a Pordenone.

“Saranno mesi con moltissime iniziative in tutta Italia per ricordare Pier Paolo Pasolini, come è stato lui: dal teatro al cinema, dalla letteratura al giornalismo di inchiesta, fino al calcio- ha detto il ministro Dario Franceschini presentando il programma al teatro India, a Roma- E’ un modo per raccontare un personaggio straordinario, uno dei più grandi intellettuali del Novecento e anche un modo perché le istituzioni che non lo hanno capito bene quando era in vita possano riconoscere il grande ruolo che ha avuto anche nella formazione di migliaia di giovani”.

«Siamo partiti in ritardo, come spesso succede in Italia – ha spiegato Franceschini -. Volevo che ci fosse anche la presenza delle istituzioni. Quando Pasolini è stato ammazzato avevo 17 anni. Ma credo che chi ricopre un ruolo, come me, debba prendersi carico delle responsabilità anche di chi lo ha preceduto, anche se di colori e tempi diversi: da parte delle istituzioni c’è stato un colpevole ritardo nell’aver capito l’artista, cosa che invece ha fatto da subito il popolo italiano. Questo – ha proseguito il ministro – è anche un atto di scusa».

Loading...
Potrebbero interessarti

Cesare Cremonini: vado in pausa per il mio migliore album

Dopo i concerti di Milano, al Forum di Assago, Cesare Cremonini ha…

Aurora Ramazzotti vuole continuare l’esperienza televisiva

Il suo debutto in televisione è stato accompagnato da un mare di…