Ugo Tognazzi, la tv italiana lo omaggia a 25 anni dalla morte

Un quarto di secolo fa, esattamente il 27 ottobre del 1990, ci lasciava Ugo Tognazzi, uno dei più grandi attori della commedia all’italiana.

Grande attore protagonista di 150 film, tra i maggiori interpreti di sempre, emblema delle vizi e delle virtù dell’Italia del dopoguerra, per l’occasione speciale i suoi film saranno proposti su diversi canali tv.

Iris, canale Mediaset in chiaro dedicato alla settima arte, rende omaggio all’istrionico Tognazzi con uno speciale “Storie di cinema”, introdotto da Tatti Sanguineti e con ospite la nipote dell’attore Bice Brambilla. Alle 15 parte la maratona con 7 film, “L’anatra all’arancia”, “Il federale”, “I giorni del Commissario Ambrosio”, “Romanzo popolare”, “La grande abbuffata”, “Una questione d’onore” e “Satyricon”. Alle 23 invece al via lo speciale approfondimento.

Anche Premium Cinema dedica una maratona all’attore scomparso. Dalle 15, saranno trasmetti nell’ordine “Le piacevoli notti”, “La grande abbuffata” e “L’anatra all’arancia”.

Nato a Cremona il 23 marzo del 1922 e morto a Roma il 27 ottobre del ’90, Tognazzi era un degno figlio della pianura padana, terra sospesa tra la pragmatica Lombardia e la grassa e goduriosa Emilia. Figlio di un assicuratore, debutta a quattro anni al teatro Donizetti di Bergamo. Notato da Wanda Osiris, debutta nella rivista insieme a Walter Chiari e poi, al cinema, con I cadetti di Guascogna di Mario Mattoli. Tra i suoi maestri, Giorgio Simonelli, Carlo Ludovico Bragaglia, Giorgio Bianchi e Camillo Mastrocinque.

Next Post

Spose bambine, flash mob di Amnesty Italia

Per le strade di Roma si èassistito al matrimonio di Giorgia, 10 anni e Paolo, 47 anni. Per fortuna, è soltanto una recita, un flash mob. Paolo in realtà è che Gianni Rufini, direttore di Amnesty Italia, nel corso della campagna “Mai più spose bambine“. “Un matrimonio in cui mi tocca fare la parte […]