Una nuova tecnologia per contrastare la pedopornografia online

Tra gli illeciti più deprecabili commessi online vi è senza dubbio quello di diffondere materiale pedopornografico: milioni di immagini e video di violenze e abusi su minori circolano in rete, alimentando un mostruoso commercio che deve essere fermato a tutti i costi.

Anche i grandi colossi tecnologici americani stanno cercando di fare del loro meglio affinchè i loro siti e social non si trasformino in terreno fertile per questo tipo di reati, ed è per questo che Facebook, Twitter e Google hanno unito le forze per combattere contro gli abusi sui minori e la pornografia infantile.

Le tre grandi aziende stanno lavorando insieme alla Internet Watch Foundation (IWF) del Regno Unito per implementare un nuovo sistema che permetta di individuare e bloccare le immagini di pornografia infantile online: la tecnologia di Iwf in pratica etichetta tali immagini con codici che funzionano come un’impronta digitale. Una volta implementata, consentirà di scovare le foto e impedirne la pubblicazione su siti e social.

L’organizzazione tiene costantemente traccia delle immagini grazie ad un archivio privato che, per il momento, è stato condiviso esclusivamente con le cinque compagnie tecnologiche, ma in futuro sarà reso disponibile a più collaboratori dell’Iwf.

Next Post

Lo stress non è un buon alleato della dieta

Nonostante per molti la prova costume sia già stata affrontata, superata o meno, comunque per molti, uomini e donne, vi è l’esigenza di perdere qualche kg, per sentirsi in forma e a proprio agio con se stessi. Diete da seguire pedissequamente, quantità pesate al grammo, sport giornaliero, eppure troppe volte […]