Unioni civili, Orlando: sono favorevole alle adozioni
Unioni civili, Orlando sono favorevole alle adozioni

Il Ministro della Giustizia Andrea Orlando in un’intervista rilasciata al quotidiano La Repubblica dichiara: “Al più presto la legge sulle unioni civili, e personalmente sono favorevole alle adozioni”.

Per il Ministro Orlando il Ddl Cirinnà sta procedendo con fatica “per le evidenti differenze di posizione che esistono all’interno della maggioranza e delle diverse forze politiche”.

“Ci si accapiglia sui massimi sistemi – prosegue Orlando -, si provano a fare anche campagne di propaganda, ma si tralascia di dire che l’Italia ha un obbligo giuridico a intervenire su questo tema sulla base di una sentenza della Corte di Strasburgo del 21 luglio 2015″.

“In questa sentenza si dice chiaro e tondo che l’attuale assetto normativo non tutela i diritti di una parte dei cittadini italiani. Da qui si deve partire”.

Per quanto riguarda il peso sul rinvio del dissenso di Alfano, il Guarda sigilli afferma: “Indubbiamente pesa perché è chiaro che Ncd è un alleato fondamentale all’interno della coalizione”.

“Tuttavia vorrei ricordare che nella storia del riconoscimento dei diritti civili nel nostro Paese le maggioranze parlamentari su provvedimenti come divorzio e aborto sono sempre stata diverse da quelle che sostenevano i governi dell’epoca”.

“Unioni civili e matrimoni – conclude Orlano – sono due cose oggettivamente diverse. Oggi in Parlamento ci sono le condizioni politiche per realizzare le prime, rispondendo così a quel richiamo di Strasburgo”.

“Questo non pregiudica la possibilità di individuare in futuro altri strumenti che riconoscano più organicamente questi diritti. Molti Paesi europei, tra i quali la Francia, hanno seguito proprio questo percorso”.

Potrebbero interessarti

Pordenone, da solo bimbo mette in fuga un ladro

Alcuni per difendersi dai ladri si affidano a sofisticati sistemi d’allarme, altri…

Immigrazione, il governo di sinistra abbraccia idee leghiste

A sentire certe affermazioni, in materia di immigrazioni, si è certi di…