Usa, al dibattito dei Democrats la spunta Hillary Clinton

Pacata e senza bisogno di alzare mai la voce, per i media americani è lei la vincitrice del primo dibattito pubblico, che si è tenuto sulla Cnn, tra i candidati democratici, che vorrebbero concorrere alle presidenziali del prossimo anno.

Mentre Bernie Sanders con un fair play che ha conquistato il partito, l’ha sdoganata sullo scandalo delle email: “Gli americani sono stufi di sentire parlare di quelle email, parliamo delle cose che contano per loro”, lei al contrario ha sferrato un attacco molto efficace in uno dei pochi deboli di Sanders anche presso la base di sinistra: non è mai stato schierato contro le armi, per non inimicarsi la lobby dei cacciatori molto forte nel suo Stato (Vermont).  Gli altri tre candidati – ÒMalley, Webb e Chafee – ridotti quasi a comparse.

Hillary parte subito bene, guadagnandosi già nella sua introduzione la prima ovazione della serata, presentandosi come «ex first lady, ex segretario di stato, madre e nonna di una splendida bimba». E andando immediatamente al cuore del suo messaggio: ognuno in America deve avere una chance, non solo i più ricchi che invece devono finalmente «pagare il giusto».

Hillary Clinton ha dominato la serata di Las Vegas, ma saranno ora i prossimi sondaggi a dire quanto la vittoria in tv dell’ex segretario di stato si trasmetta in un aumento del consenso elettorale.

Next Post

Salvini e Maroni, la giunta lombarda non è a rischio

La politica si è subito scatenata alla notizia trapelata nelle scorse ore: Mario Mantovani, vice presidente della Giunta della Lombardia è in carcere a San Vittore a Milano con l’accusa di corruzione, concussione e turbativa d’asta, perché secondo gli inquirenti avrebbe truccato le gare sul trasporto dei dializzati. In cella […]