Usa, bilancio sparatoria al consultorio: 3 morti e 11 feriti

Redazione

È successo ieri a Colorado Sprigs, una città statunitense nello stato del Colorado: un uomo si è barricato dentro ad un consultorio specializzato in ginecologia, dalla cui finestra ha aperto il fuoco; per molte ore la zona circostante è stato uno scenario di paura e tensione, e le numerose persone che si trovavano nei negozi vicini sono state costrette a nascondersi.

Lo sparatore ha dapprima sparato una ventina di colpi, ferendo solo nelle prime ore tre poliziotti giunti in soccorso; intanto l’uomo teneva in ostaggio clienti e personale della clinica in cui è avvenuta la tragedia; l’ FBI è poi intervenuta avvisando il presidente Obama e costringendo il folle criminale ad abbandonare l’edificio. Si tratta di Robert Lewis Dear, 59 anni, ma il motivo alla base della sparatoria non è ancora chiaro;

le conseguenze del terribile evento però sono disastrose: il bilancio parla di tre morti, undici feriti e centocinquanta ostaggi. La ragioni per cui proprio tale consultorio è stato preso di mira sono da chiarirsi; l’ambulatorio, scenario del delitto, appartiene alla catena Planned Parenthood ed offre servizi quali pap-test, mammografie e interruzioni di gravidanza.

Next Post

Tuchia: capo avvocati curdi ucciso durante sparatoria

Il capo degli avvocati curdi Tahir Elci è stato ucciso durante un comizio nella città di Diyarbakir; da un’automobile sono partiti dei colpi di pistola che lo hanno raggiunto ferendolo a morte; durante la sparatoria è stato ucciso un poliziotto giunto in soccorso e tre agenti sono stati feriti. Si […]
Tuchia capo avvocati curdi ucciso durante sparatoria