USA, generali manipolano notizie sull’Isis

Eleonora Gitto

Pare che alcuni alti generali del Centcom USA abbiano manipolato delle informazioni sull’Isis.

Si tratta dei resoconti sui raid aerei contro l’Isis in Iraq e in Siria. I risultati di questi raid non sembrano essere stati così soddisfacenti com’erano stati inizialmente dipinti.

Le notizie hanno in qualche maniera fuorviato il Presidente Barak Obama, al quale, ricordiamo, spettano sempre le decisioni finali quale capo di stato supremo delle forze armate Usa.

Le relative notizie sono state riportate con dovizia di particolari dal New York Times.

Le informazioni sarebbero in qualche modo state riviste da alcuni vertici del Centcom, il Comando Centrale di coordinamento di ogni intervento americano.

Ne sarebbe uscito un quadro decisamente favorevole a uso della Casa Bianca e del Congresso.

L’imperturbabile Bridget Serchark, portavoce del Pentagono, ha confermato che è in corso un’inchiesta per verificare se ci sono state “falsificazioni, distorsioni, ritardi, omissioni, o modifiche improprie delle informazioni di intelligence, il tutto allo scopo di accertare eventuali responsabilità personali”.

In realtà già ad agosto si sapeva dell’inizio dell’indagine, ma non si capivano bene i termini e la portata dell’inchiesta stessa. Ora si è capito che è cosa di una certa gravità.

Verificheremo gli sviluppi.

Next Post

Calderoli e Kyenge, si procede per la diffamazione

Sugli insulti di Calderoli all’ex ministro Cécile Kyenge si procederà per diffamazione ma non per istigazione all’odio razziale. Questa la decisione presa dal Senato della Repubblica con 126 voti favorevoli e 116 contro, mentre gli astenuti sono stati 10. Si tratta delle ben note dichiarazioni oltraggiose che il becero esponente […]
Calderoli e Kyenge, si procede per la diffamazione