Usa, legale il mix di farmaci per le iniezioni letali

Una votazione risicata, vinta con un solo voto di scarto, ma alla fine è stato espresso voto favorevole: negli Stati Uniti D’America si potrà continuare a usare, per le iniezioni letali, ai condannati a morte, un mix di farmaci.

La Corte Suprema americana ha così  respinto l’ipotesi che il mix di droghe metta i condannati a rischio di una morte dolorosa. “I sedativi possono essere usati – afferma la Corte Suprema – perché in linea con l’ottavo emendamento della Costituzione che vieta pene crudeli e disumane”.

Il caso, chiamato Glossip v. Gross, era stato sollevato e presentato davanti alla Corte da tre detenuti nello stato dell’Oklahoma, secondo i quali il sedativo non consente di raggiungere il livello di incoscienza necessario per procedere con l’esecuzione e che quindi causerebbe sofferenza e dolore ai condannati a morte.

L’utilizzo del sedativo era già finito sotto accusa lo scorso anno dopo l’agonia di 43 minuti di Clayton Lockett. Allora si sollevarono proteste da tutto il mondo, e lo stesso Barack Obama intervenne affermando che quell’esecuzione non aveva rispettato gli standard di umanità.

Next Post

Prime foto e specifiche tecniche della nuova Audi A4

Il suo lancio è atteso in autunno, al Salone di Ginevra, ma la quinta generazione dell’Audi A4 già appassiona, viste anche le numerose indiscrezioni che circolano in rete, correlate ance da dettagliate foto. La nuova Audi A4, presentata da subito in duplice veste berlina e Avant, offre solo un’apparente somiglianza con il […]