Vaccino antinfluenzale, ancora morti sospette: si va verso lo stop

Continua a mietere vittime il vaccino antinfluenzale che dovrebbe debellare il virus di stagione, e che invece si è rivelato finora letale per ben 13 persone in 7 regioni dell’Italia. E purtroppo è un bilancio in continuo aggiornamento. L’ultima vittima è una donna di 72 anni, deceduta al Suor Orsola di Bologna dopo aver assunto il vaccino antinfluenzale lunedì scorso. La sorella della vittima spiega che era una prassi abituale che facevano ogni anno, anche perché la donna era diabetica e faceva tre insuline al giorno.

Tuttavia Beatrice Lorenzin, ministro della Salute, ribadisce che non c’è alcuna evidenza scientifica sulla vicenda dei vaccini. Inoltre invita a non creare eccessivi allarmismi poiché sul web circolano campagne non scientifiche contro la salute dei bambini. A fare da contraltare alla voce del ministro Lorenzin c’è quella dello Snami, il sindacato nazionale autonomo dei medici italiani. Il presidente Angelo Testa ritiene che continuare a vaccinare, senza ulteriori accertamenti, non può fare altro che aumentare il numero di morti sospette.

Sulla stessa lunghezza d’onda il segretario Gianfranco Breccia, che invita a sospendere la vaccinazione per capire quale problema ci sia e non usare i pazienti come cavie. Intanto è stato ordinata la riesumazione di alcune salme, per verificare se ci sono dei nessi tra le morti ed i vaccini antinfluenziali assunti dai pazienti deceduti.

Loading...
Potrebbero interessarti

HIV, PrEP: la pillola che previene l’infezione

Si chiama Pre-Exposure Prophylaxis (PrEP) la pillola che, presa tutti i giorni,…

Intelligenza numerica, sai di cosa si tratta?

L’intelligenza è quella facoltà che, assieme alla coscienza di sé, distingue l’uomo…