Vendemmia, produzione da record: Italia leader mondiale

Eleonora Gitto

Il 2015 è stato un anno molto fortunato per la vendemmia: produzione di vino record e l’Italia si conferma leader mondiale.

47 milioni di ettolitri di vino, il 12% in più rispetto allo scorso anno in cui si erano prodotti 42 milioni di ettolitri.

L’Italia si conferma leader mondiale come produttore di vino non solo per l’annata fortunata, ma anche per la discesa dell’1% della produzione della Francia (46,5 milioni di ettolitri) e del 3% della Spagna (43 milioni di ettolitri).

Paolo Castelletti, segretario generale dell’Unione italiana vini, a Ca’ di Bosco durante la presentazione ufficiale dei dati Ismea, Uiv e Mipaaf ha detto che “Le stime sono quelle ufficiali e non di parte e si basano su una raccolta di uve già realizzata del 30%”.

Per il presidente di Uiv Domenico Zonin “l’annata meteorologica ci consegna un’uva sana e abbondante e di qualità tra il buono e l’eccellente, pur con tutte le cautele del caso perché al termine della vendemmia manca ancora un mese”.

I dati, regione per regione, ci dicono che nella produzione di vini la Sicilia ha fatto un balzo in avanti del 20%, la Puglia del 19%, il Veneto del 13%, il Piemonte del 10% e l’Emilia Romagna del 9%.

Le cose non sono andate molto bene in Toscana e in Lombardia, regioni in cui la produzione, in netta controtendenza, ha fatto registrare un calo nemmeno tanto leggero.

Bene anche l’export dei vini (15% dell’intero settore agroalimentare) che nei primi cinque mesi del 2015 è cresciuto del 5% a valore grazie a un incremento dell’8% di Dop e Igp.

Next Post

La dieta mediterranea fa bene, e soprattutto in gravidanza

Ormai sembra quasi superfluo ripetere che la dieta mediterranea è il regime alimentare migliore, quello che in tutto il mondo riesce meglio ad assicurare, a chi lo segue a dovere, il giusto apporto di tutti i macro e micro nutrienti, senza eccedere o deficere in niente, evitando quindi le maggiori […]