Ventimiglia, Roma, Milano, in tutta Italia dramma immigrazione

Storie di disperazione, di fame, di sofferenze inaudite sofferte nel proprio paese d’origine e che si sperava restassero un lontano passato una volta sbarcati nella terra promessa, che per milioni di migranti è l’Europa.

E invece migliaia di migranti sono bloccati in Italia, tra cittadini esasperati ed istituzioni impotenti, senza sapere cosa riserva il domani, senza sapere quando si potranno varcare i confini alla ricerca di un’accoglienza migliore, quantomeno più dignitosa.

Si fa sempre più difficile la situazione a Ventimiglia dove confine con la Francia sono accampate alcune decine di migranti ai quali la polizia francese blocca l’ingresso nel loro paese con un cordone di poliziotti e mezzi. La zona di Ponte San Ludovico resta bloccata, dalla frontiera i migranti non vengono lasciati passare, e se è diminuito il numero di agenti francesi, è invece aumentato quello di carabinieri e poliziotti italiani.

Sul fronte politico l’attenzione è orientata al 25 giugno per il vertice europeo, che secondo indiscrezioni dovrebbe accelerare sui rimpatri economici, ma i migranti non possono aspettare, non vogliono,e così i profughi, quasi tutti eritrei e provenienti dagli stessi paesi, hanno iniziato uno sciopero della fame che con il caldo potrebbe avere conseguenze tragiche.

Intanto Milano sgombera con la forza la sua stazione Centrale, mentre Roma, ancora una volta stupisce: almeno ieri nessuna violenza contro le decine di disgraziati senza presente, ma in zona Tiburtina-ponte Lanciani è stata costruita alla meglio una tendopoli con letti, cucine e bagni chimici per accogliere i migranti attualmente accampati vicino alla stazione.

Loading...
Potrebbero interessarti

Renzi, gli italiani non devono temere la situazione greca

Oggi sarà il grande giorno, quello che deciderà le sorti della Grecia:…

Isis, Salvini attacca Renzi: “è un vigliacco, paura non paga”

Critiche pesanti quelle che il leader della Lega ha rivolto al premier…