Vigevano, brutalizzavano i compagni: arrestati 4 minorenni

Eleonora Gitto

A Vigevano picchiavano e brutalizzavano i compagni: arrestati 4 minorenni.

La baby gang delle stazioni ferroviarie, secondo la definizione delle Forze dell’Ordine.

Una banda di quindicenni senza scrupoli, violenti, cattivi, che violentavano e picchiavano i coetanei.

A fronte delle indagini condotte da qualche tempo dai Carabinieri di Vigevano, quattro piccoli delinquenti sono stati arrestati e sei denunciati.

Ma la cosa peggiore, oltre alle violenze fisiche e psichiche è che i ragazzini brutalizzati erano esibiti sul web come trofei di caccia.

Quindi dileggio e umiliazione. E queste cose non si dimenticano facilmente; sono segni che restano impressi per tutta una vita, un po’ come le vittime della pedofilia.

La gang agiva in branco, ed è stato possibile perseguirla a fronte di alcune denunce fatte dai genitori delle vittime.

Le accuse sono gravissime: concorso in violenza sessuale, riduzione in schiavitù, pornografia minorile, violenza provata aggravata mediante lo stato d’incapacità procurato alla vittima.

La gang ha perfino costretto un ragazzino a ubriacarsi, quindi gli hanno messo una catena al collo e l’hanno portato in giro come i cani col guinzaglio.

Un altro è stato denudato, appeso a testa in giù sopra un ponte e costretto a subire atti sessuali.

Ma i genitori degli aguzzini? Dove erano? Dove sono? E che tipo di educazione hanno dato ai loro figli?

Next Post

A Torino sedute hard di gruppo e riti esoterici

A Torino sedute hard di gruppo e riti esoterici. Ci risiamo. Torino non è nuova a questi episodi, fatti di magie, riti satanici, esoterismi vari e baggianate del genere. La città magica dove vivono e convivono molte cosiddette sette sataniche e misteriche. Poi, come al solito, spesso si viene a […]
A Torino sedute hard di gruppo e riti esoterici