Vincenzo De Luca, prodotti campani tra i più buoni e controllati d’Italia

Molto spesso la mala informazione e le notizie riportate per sentito dire, senza avere nessuna certezza o conoscenza diretta di fatti e numeri, possono danneggiare un’economia che altrimenti sarebbe solida.

Dopo lo scandalo della “Terra dei Fuochi”, molti sono restii a comprare materie prime provenienti dalla Campania, quando poi effettivamente la regione produce tante tra le eccellenze più apprezzate non solo nel nostro paese, ma nel mondo intero.

“La Campania è oggi la prima Regione d’Italia per controlli e monitoraggio ambientale”: lo ha affermato Vincenzo De Luca a Expo presentando i risultatati della mappatura ambientale della regione, illustrando “La nuova Campania – La terra buona”, spiegando quindi come tutti i prodotti campani siano sicuri e controllati.

“La pasta di Gragnano è la migliore del mondo” afferma il presidente della regione De Luca, aggiungendo che chi mangia campano vivrà cent’anni. Gennarino Masiello, presidente di Coldiretti, ha spiegato che questa è stata un’occasione mondiale per raccontare lo sviluppo di un territorio attraverso l’agricoltura, le eccellenze gastronomiche e il turismo.

I dati hanno permesso al governatore della Campania di “rivendicare con coraggio” i controlli a tappeto, che saranno ripetuti ogni anno, e di dire che “il 97% del territorio è assolutamente pulito, gradevole, vergine, ambientalmente protetto. Non so quante regioni d’Italia possano vantare questi risultati”. Una operazione “verità”, che ha anche “l’obiettivo – ha concluso De Luca – economico di rilanciare in grande la produzione agricola e agroalimentare campana”.

Potrebbero interessarti

Ebola, in Italia maggiori controlli sulle navi provenienti dal Congo

Per i pochi che non lo conoscessero, l’Ebola è un virus è…

Milano, razzismo anche contro chi adotta un “nero”

Si comincia col chiudere i porti, con l’affermare che “bisogna aiutarli” ma…

L’unione europea ha deciso il ricollocamento di soli 35mila migranti

Una piccola goccia, in un mare di disperazione: i 28 membri dell’unione…

Calabria, 500 persone evacuate per il violento nubifragio

Sono 500 le persone evacuate per il nubifragio in Calabria, la bomba…