Vito Crimi, la rete deride la sua foto denuncia

Certamente il suo intento era nobile, e la denuncia di per sé non va certo presa sottogamba, ma Vito Crimi, che non è certo nuovo a gaffe in rete, è stato capace di scatenare il web, a colpi di ironia ed anche molte battutacce.

Il senatore ha pubblicato su Facebook  un post in cui viene riportata la testimonianza di un cittadino di Ghedi in merito alla polvere rimasta sui piedi del figlio dopo una camminata in casa.

La ragione di tanto clamore, molto probabilmente, risiede nella genericità dell’appello veicolato da Crimi tramite Facebook, sotto forma di “lettera di un amico” ricevuta e inoltrata con la raccomandazione di “leggere prima di ridere” come se già sapesse che il post sarebbe stato frainteso e mal commentato.

Il post infatti, pensato per denunciare lo stato dell’aria nella Pianura Padana, fortemente inquinata e nociva, ha suscitato reazioni opposte al previsto: sul social si è scatenata una corsa alla battuta con riferimenti a un improbabile complotto.

«È tutto vero! È un inquinante pazzesco, i governi non vogliono che si sappia perché scoppierebbe il caos! Anche io ho fatto la prova in casa, se non pulisci dopo alcuni giorni si deposita su ogni superficie!! Ho letto su un blog che si chiama polvere», questo uno dei commenti più divertenti e irriverenti.

Loading...
Potrebbero interessarti

Mafia Capitale, Carminati parlerà ma senza rivelazioni

Su Mafia Capitale il boss, o presunto tale, Massimo Carminati, “parlerà, ma…

Papa Francesco ai preti: assolvete il peccato di aborto

Secondo Papa Francesco in occasione del Giubileo “tutti i preti in confessione dovranno…